display japan

Japan Display mostra un 5” low power a 1080p e un 7” a 431ppi

Nicola Ligas

Sarete ormai tutti a conoscenza dell’esistenza dell’HTC J Butterfly per il mercato giapponese, ovvero il primo phablet Android full HD della storia. Ebbene, il suo generoso display dovrebbe essere sostanzialmente prodotto da due aziende: Sharp e JDI (Japan Display Inc.), ma quest’ultima a quanto pare ha altri assi nella manica.

Due nuovi schermi recentemente mostrati al pubblico da JDI hanno infatti caratteristiche ancora più elevate. Parliamo di un 5 pollici a 1920 x 1080 dotato delle tecnologie WhiteMagic e Pixel Eyes. La prima dovrebbe essere piuttosto familiare agli utenti di Xperia P: si tratta in pratica di aggiungere un subpixel bianco oltre agli standard rosso, verde e blu, allo scopo di ottenere un display più luminoso che ovviamente risulterà anche meglio visibile all’aperto. Pixel Eyes è un altro modo di dire “in-cell touch“, in poche parole lo strato sensibile al tocco non si trova in un layer separato, rendendo in questo modo l’immagine fisicamente più vicina alla superficie dello schermo, col risultato di dare un’impressione più vivida dei colori (iPhone 5 e Optimus G sono un esempio di dispositivi commerciali che adottano questa tecnica).

L’altro schermo cui accennavamo è un 7 pollici ad altissima risoluzione: 2560 x 1600 (la stessa del Nexus 10 ma in un display più piccolo), il che porta il conteggio dei pixel per pollice a ben 431. Presenti anche per lui sia White Magic che Piexel Eyes.

L’ovvia domanda “quando li vedremo in commercio?” non ha ancora una risposta. Al momento si tratta di prototipi che JDI ha mostrato nella speranza di trovare finanziatori: se gli ordini arriveranno, altrettanto faranno anche i display, altrimenti non dubitiamo che prima o poi sarà qualcun altro a proporli. D’altronde il progresso tecnologico non conosce sosta. Nipponico video (sottotitolato) a seguire.

Fonte: Fonte
video