glass-nose[1]

Google brevetta il “ponte per il naso” ultra-tecnologico per Glass

Nicola Randone

Sergey Brin ha di sicuro passato una notevole quantità di tempo ad andare in giro per la città con il suo Project Glass, e non ha mai manifestato particolari lamentele riguardo il fastidio che potrebbe arrecare il peso di un occhiale con un computer a bordo.

E’ probabile che Google abbia già risolto questo problema, o almeno ricaviamo questa suggestione dalla recente pubblicazione di un brevetto di cui in alto potete vedere l’immagine. Pare che la casa di Mountain View abbia brevettato una sorta di protezione per il naso che si indurisce ed ammorbidisce secondo parametri personalizzabili dall’utente, il tutto grazie ad un fluido controllato elettronicamente che varia di viscosità.

Sembra roba da fantascienza ed è probabile che questo brevetto trovi anche applicazione nelle lenti ordinarie visto che, al segno sul naso, qualsiasi persona che porta gli occhiali è costretta ad abituarsi.

Google Glass