Galaxy_Note_10.1_Recensione

Samsung Galaxy Note 10.1, la recensione completa

Emanuele Cisotti -

Inizialmente Galaxy Note 10.1 era stato presentato a inizio anno durante il Mobile World Congress, per poi essere rivisto sotto molti aspetti, guadagnandone uno schermo di miglior qualità, un alloggiamento per la S Pen  e un nuovo processore quad core.

Confezione

Per essere un tablet, la confezione di Galaxy Note 10.1 è particolarmente ricca: alimentatore italiano, cavo USB con il connettore proprietario e un paio di buone cuffie in-ear con al seguito tutti i gommini per le varie orecchie. In più troviamo, come regalo molto gradito, un adattatore per trasformare l’unico connettore proprietario presente in una comoda porta USB per chiavette, tastiere o mouse.

8

Costruzione ed ergonomia

Il tablet è ben costruito e ricorda per molti versi tutti gli ultimi tablet di casa Samsung, in particolar modo l’ultimo Galaxy Tab 2 10.1. Nel complesso il design è quasi identico e anche peso e dimensioni si equivalgono. In mano il tablet risulta comunque leggermente più ingombrante della media, ma la cornice argentata aiuta a smorzarne le linee. Nel complesso le plastiche (di qualità come su Note II e S III) sono molto resistenti e otteniamo scricchiolii solo se torciamo volontariamente la sua scocca. Se da un lato quindi non ci sono “debolezze” particolari dal punto di vista costruttivo, forse ci saremmo aspettati qualche attenzione in più per il top di gamma attuale di casa Samsung.

7

Hardware

L’hardware è stato completamente rivisto rispetto al primo modello e adesso abbiamo a che fare con un più moderno quad core da ben 1,4 GHz, con 2 GB di RAM (il primo dispositivo in assoluto ufficializzato con questo quantitativo) e 16 GB di memoria interna, espandibile comunque via microSD. Anche la fotocamera ha ricevuto un “boost” rispetto al modello senza S Pen, arrivando a 5 megapixel, ma non aspettatevi per questo chissà quale miglioramento in termini di prestazioni. Anche la fotocamera frontale è stata portata fino a 1,9 megapixel. Per il resto troviamo gli stessi componenti del fratello minore. La S Pen è però sicuramente un valore aggiunto e permette di utilizzare il tablet con questo accessorio piuttosto che con le dita. Purtroppo si fa sentire anche la necessità di dove acquistare un accessorio dedicato separato per poterlo collegare alla TV.

8

Display

Lo schermo è luminosissimo (finché la luminosità viene regolata manualmente) display da 10.1 con risoluzione 1280 x 800 pixel. La risoluzione ha fatto storcere il naso a molti, ma è importante ricordare come al momento sul mercato tablet Android solo Transformer Pad Infinity di ASUS ha una risoluzione realmente superiore. Se per un perfezionista quindi 149 dpi non potranno bastare, noi possiamo dire di non aver trovato nessuna controindicazione particolare e le immagini appaiono ben definite su questo display. Sotto lo schermo è presente un “layer” Wacom che riconosce fino a 1024 livelli di pressione differenti della S Pen, anche se a noi è sembrato nel complesso meno sensibile (ma per questo non meno preciso) rispetto al Note II.

7

Software

Note 10.1 è aggiornato alla versione 4.0 di Android e riceverà anche l’update ad Android 4.1 Jelly Bean. Il sistema è poi personalizzato con l’interfaccia TouchWiz di Samsung e benché non ne stravolga l’esperienza d’uso, riesce comunque ad aggiungere un valore aggiunto. Parliamo per esempio del tasto per gli screenshot (anche se un po’ troppo facile da premere), le app rapide da aprire sopra il software già aperto e infine la possibilità di avviare due applicazioni diverse in due finestre separate, anche se ancora in modo limitato rispetto a quanto accade in Note II. Le poche applicazioni aggiuntive sono sicuramente un valore aggiunto, specialmente per il lato multimediale. Buono anche il software  S Note, per acquisire note con le S Pen o con la tastiera virtuale. In generale anche le implementazioni software sono comunque meno rispetto al fratello da 5.5 pollici.

Software: Browser

Il browser scorre molto fluido, sia nello zoom che nello scroll. Una delle migliori ottimizzazioni software per quanto riguarda il browser viste fin’ora in un tablet da 10 pollici.

Software: Multimedia

Il player video è stato ottimizzato per riprodurre video divx e mkv, anche in full HD senza problemi, mentre il lettore musicale è stato ridisegnato per essere più intuitivo e con una simpatica funzione che permette di creare playlist in base al proprio stato d’animo. Ottima l’implementazione del DLNA grazie al software AllShare di Samsung.

8

Autonomia

Buona l’autonomia, grazie alla batteria da 7000 mAh. Si raggiunge senza problemi le due giornate con un uso medio.

8

Prezzo

Il prezzo a cui viene proposto Galaxy Note 10.1 è di 479€ sul sito Expansys.it, inferiore al listino italiano, benché comunque ancora un prezzo non esiguo (nonostante sia in linea con parte della concorrenza).

7

Giudizio Finale

Galaxy Note 10.1 è un buon tablet, praticamente privo di difetti, ma che lascia un po’ l’amaro in bocca, per lo scarso numero di funzioni della S Pen (specialmente se confrontata con Note II) e per il prezzo non proprio contenuto della versione solo WiFi. L’aggiornamento a Jelly Bean e magari un ulteriore abbassamento del prezzo lo renderebbero sicuramente molto più appetibile.

Voto: 7,7

In sinstesi: Pro

  • L’unico tablet con una buona penna
  • Confezione molto ricca
  • Riceverà Jelly Bean
  • Presente il multi-windows

In sinstesi: Contro

  • Multi-windows migliorabile
  • Ingombro non contenuto
  • Prezzo alto per la versione solo WiFi
  • Fotocamera solo discreta

Videorecensione

Samsung Galaxy Note 10.1

Samsung Galaxy Note 10.1

confronta modello

Ultime dal forum:

Recensionevideo