GlobeTrotter

GlobeTrotter: la guida turistica con 330.000 PDI

Erika Gherardi

Avevamo parlato di GlobeTrotter già parecchio tempo fa, spiegandovi perché l’avevamo trovata una delle migliori app per tutti coloro che amano viaggiare senza perdere nessuna attrazione importante. Oggi torniamo a riproporvela per illustrarvi le novità recentemente introdotte dallo sviluppatore.

Naturalmente sono diverse le cose che sono cambiate nel corso del tempo, a partire dalla splendida homepage con immagini che scorrono nella parte alta delle schermata mentre sotto troviamo il menù, diviso in:

  • Luoghi Vicini
  • Wiki Vicini
  • Hotel Vicini
  • PDI & Extra
  • News dal sito 
  • Impostazioni

Nell’ultima versione Luoghi Vicini e Wiki Vicini integrano la realtà aumentata così l’esperienza diventa decisamente più divertente, mente alla scheda PDI (punti di interesse) è stata aggiunta quella Extra che permette di scaricare una serie di contenuti aggiuntivi selezionando la città che state visitando.

Vi ricordiamo che i 330.000 PDI (divisi in 22 nazioni) possono essere scaricati gratuitamente a patto che prima acquistiate l’unlocker della versione Premium, disponibile sul Play Store a soli 0,99€.

Novità della nuova versione sono anche la nuova mappa e i nuovi marker, oltre ad una serie di bug fix e al miglioramento delle prestazioni che hanno reso il software molto più veloce, anche se, ad onor del vero, un paio di volte l’app si è chiusa inaspettatamente per motivi ignoti.

Abbiamo provato GlobeTrotter per qualche giorno e in un paio di città diverse e ci ha dato parecchie soddisfazioni in più rispetto a quelle di qualche anno fa: buona grafica, ottima velocità e grande capacità di trovare i punti di interesse praticamente ovunque. Insomma, non possiamo fare altro che consigliarvela tanto nella versione gratuita quanto in quella a pagamento, anche perché 99 centesimi per avere tutte le attrazioni più importanti al mondo sono davvero un affare.

[app]globe.trotter[/app]