Sony-sales

Sony pubblica il bilancio dell’ultimo trimestre, tra luci ed ombre

Nicola Ligas

Il Q3 2012 di Sony (che in realtà per l’azienda sarebbe il Q2, dato che il suo anno fiscale finisce a marzo 2013) non è di quelli che si sono chiusi in attivo, come LG o Asus, tuttavia mostra segni di speranza, avendo arginato le perdite prima copiose, in “appena” 198 milioni di dollari tra luglio e settembre (i conti erano in rosso di 312 milioni solo il trimestre precedente).

Se da una parte le entrate ammontano a 20,6 miliardi di dollari (e il settore mobile, che va molto bene, è responsabile per ben 3,9 miliardi di questi) è chiaro come da altre parti le cose non funzionino, dato che alla fine il bilancio è in perdita. Le vendite di smartphone ammontano infatti ad 8,8 milioni di unità, contro i 7,7 milioni del trimestre precedente: il risultato di per sé non è malvagio, ma se guardiamo ai 18 milioni venduti dal solo Galaxy S III capirete come Sony debba ancora farne di strada.

Non ci stupisce quindi che che “le vendite in crescita e l’aumentata  redditività del settore smartphone siano un punto focale per Sony”. Quanto focale e quanto potenzialmente più redditizio lo scopriremo solo nei prossimi mesi.

Fonte: Fonte