LG Nexus 4: hands-on (aggiornato con video)

Il Nexus 4 è stato uno degli smartphone “più trapelati” della storia: sapevamo molto di lui ben prima che fosse presentato e di foto (anche a 360°) e indiscrezioni ne avrete già visti in abbondanza sulle nostre pagine. Stavolta però vogliamo mostrarvi le immagini ufficiali, del dispositivo così come lo troverete nei negozi il prossimo mese, assieme alle prime impressioni di chi dal vivo ha potuto provarlo.

Lasciando quindi da parte le caratteristiche tecniche (se per qualche strana congiunzione astrale ve le foste perse le trovate qui), partiamo dal display: terrific! Questa è la prima parola con la quale è stato descritto il 4,7” IPS+ a 320 ppi del Nexus 4. E non si tratta di una mera cosa tecnica: le immagini sono fedeli e lo schermo è un piacere per gli occhi. Esso usa inoltre la tecnologia “G2″ di LG (per sapere quanto sono stati favorevolmente impressi da Google dalle tecnologie di LG, leggete il lungo reportage che abbiamo da poco pubblicato) che integra il sensore touch nello strato più esterno del Gorilla Glass 2, assottigliando il tutto ed avvicinando al contempo i pixel alla superficie dello schermo, rendendo così l’immagine più viva. Lo schermo è inoltre lievemente ricurvo agli angoli: Google dice che è una cosa voluta per favorire lo swipe dai lati del dispositivo.

Rimanendo sempre in ambito visivo, anche la fotocamera sembra decisamente un passo avanti rispetto alla precedente generazione, e pare che molta attenzione sia stata posta nelle performance in condizioni di scarsa luminosità, vero tallone d’Achille anche per sensori più blasonati. Inutile dire che è comunque presto per un giudizio in tal senso, ma come saprete diamo sempre molta importanza al lato fotografico e non mancheremo di approfondirlo anche stavolta, appena possibile.

Dal punto di vista software, a bordo abbiamo Android 4.2, delle cui novità abbiamo già parlato, anche in maniera estensiva, ma vale la pena sottolineare un paio di aspetti, che saranno vere e proprie killer feature per altrettante app:

  • widget nella lock screen (e la possibilità di sbloccare avviando direttamente la fotocamera).
  • Impossibile non menzionare Photo Sphere e il nuovo design dell’app della fotocamera, focalizzata verso l’utilizzo con una sola mano.
  • La tastiera di Android è ora compatibile con lo swipe input, con buona pace di Swype, che prima si è vista assestare un duro colpo da SwiftKey, e ora subisce lo stesso gancio destro da parte di Google stesso.
  • Miglioramenti all’accessibilità: un triplo tap ingrandisce tutto lo schermo, mentre con due dita si può regolare l’ingrandimento. Speech output e navigazione semplificata per utenti non vedenti.
  • I quick setting non sono proprio dei toggle, ma diventeranno probabilmente il canale d’accesso preferenziale alle impostazioni più utilizzate, riducendo drasticamente il ricorso al lungo menu con tutti i settaggi di Android.
  • Google Now sempre più simile ad un maggiordomo virtuale, e probabilmente anche a qualcosa di più.

L’elenco potrebbe anche continuare ma abbiamo già realizzato altri articoli in proposito e in ogni caso questa non vuole essere una recensione (per la quale dovrete ancora attendere un po’ di settimane) ma solo una ghiotta anteprima. Largo dunque alle annunciate immagini, che mostrano il Nexus 4 in tutto il suo autentico splendore.

E come promesso ecco anche il video dei colleghi di Engadget.

FONTE FONTE