opera advertising

Android è meno conveniente di iOS e BlackBerry, parola di Opera

Nicola Ligas

In un suo report sullo stato del mobile advertising, ovvero la pubblicità su piattaforme mobili, Opera non è stata molto clemente con il robottino, che dal suo punto di vista è una piattaforma meno remunerativa della concorrenza. E con quest’ultima non parliamo solo dell’onnipresente iOS, ma anche di BlackBerry, almeno in termini potenziali.

Secondo il report iOS comanda nettamente, sia in termini di traffico che di entrate, con il 46,37% e il 58,40% di share rispettivamente. Android è secondo (ampiamente staccato) in questa classifica con il 25,66% e il 16,79%, ma è qui che entra in gioco BlackBerry. Se da una parte RIM ha un 4,40% di traffico ed un 4,15% di entrate, quindi come cifre complessive sia da considerarsi inferiore ad iOS e Android, se parliamo del costo per 1.000 impressioni le cose cambiano: Apple domina ancora con 1,64$, mentre Android “vale” praticamente la metà con 0,88$, e RIM si colloca inaspettatamente tra i due, con 1,06$.

In parole povere BlackBerry, dal punto di vista di Opera, conviene di più, perché maggiore è il guadagno per click. Come mai tutto questo? Le risposte possono essere molteplici.

Anzitutto si potrebbe considerare il tipo di clientela di RIM, principalmente un’utenza business, ma non è detto che le cose rimangano così nel prossimo futuro, soprattutto con l’apertura ai mercati emergenti, nei quali Opera piace molto grazie grazie alla compressione dei dati che opera, che permette di contenere anche i costi di navigazione.

In ogni caso il vero fulcro di incassi da dispositivi mobili sono ormai le app, con un 73% degli introiti ed un 80% del traffico mobile, l’uso del browser, in quest’ottica, è ormai superato. Opera puntualizza inoltre che nel Regno Unito gli utenti sono quattro volte più inclini all’uso di BlackBerry che nel resto del mondo.

Sebbene l’essere o meno su una piattaforma pubblicitariamente vantaggiosa non cambi molto nella vita dell’utente medio, ciò può significare in un’ottica di lungo periodo, maggior investimenti sulla stessa, il che si ripercuoterebbe inevitabilmente sull’esperienza d’uso. Potete comunque leggere l’intero report, se siete curiosi, dal link alla fonte, mentre qui sotto vi lasciamo la tabella a cui abbiamo fatto riferimento per le cifre contenute in questo articolo.

Via: ViaFonte: Fonte
BlackberryiOS