samsung-mocking-apple-fanboys

Apple Vs Samsung: il (finto) trattato di pace

Nicola Ligas

La guerra dei brevetti e il conseguente acuirsi del fenomeno detto “fanboysmo” che ne è derivato ha probabilmente esasperato molti addetti ai lavori del settore, che trovavano sempre più spesso forum, blog e social network  sempre più invasi dalle dispute tra le due fazioni. Devono essersene accorti addirittura alla CNN, tanto che, prendendo la cosa molto sul ridere, hanno pensato bene di redigere un finto trattato di pace tra le due parti.

L’articolo è ovviamente da leggersi interamente in chiave ironica dall’inizio alla fine e nei 7 articoli che costituiscono altrettanti punti del trattato di pace tra le due fazioni c’è di che divertirsi.

Da una parte abbiamo gli Apple Fanboy, detti anche “Apple Fanbois,” “Fanb0yz,” “iPhoners” o semplicemente “The Mac Faithful (i credenti nel Mac),” dall’altra ci sono i Samsung Fanboy, detti anche “Apple H4terz,” “Galaxians” o “Androiders”. Nel mezzo ci sono i vari oggetti del contendere sui quali le due parti dovranno venire ad un punto d’incontro.

Ad esempio al punto 3 si legge:

Entrambe le parti concordano che i widget, spesso spacciati come “selling point” dai Samsung Fanboy, sono in effetti piuttosto stupidi, ma la stessa cosa vale per l’app “Podcast” di Apple, che è semplicemente la peggiore che ci sia. Gli Apple Fanboy riconoscono che gli sfondi animati sarebbero una bella caratteristica da avere mentre i Samsung Fanboy ammettono che a tarda notte, a volte si svegliano urlando e in preda agli incubi sulla frammentazione della piattaforma Android.

E come non citare la celebre frase attribuita a Steve Jobs che voleva la guerra termonucleare contro Android, o il fatto di dover lasciar giocare gli Apple Fanboy con la tastiera Swype di quando in quando. Ma forse la parte migliore è proprio nel finale:

“Io ……. giuro solennemente alleanza a tutti i dispositivi mobili eleganti, all’avanguardia e ricchi di funzionalità, siano essi fatti da Apple o da produttori Android. Se dovessi sentire il bisogno di criticare, vantarmi attraverso comparative o lamentarmi di un prodotto rivale di quello che possiedo, tale veleno internettiano sarà diretto su un bersaglio di terze parti [ovvero Windows mobile o, ha ha, BlackBerry. LAME.].”

L’articolo merita comunque una lettura nella sua interezza e per questo rimandiamo gli anglofoni al link alla fonte, raccomandando a tutti i fanboy in ascolto di scannarsi a sangue nei commenti qui sotto su tutti e 7 i punti del “trattato di pace”: FIGHT!

Fonte: Fonte
Applehumor