ROM_bar

[ROM] PFittech 4.1 Neutrino v 1.1.3 per Galaxy S II (Recensione)

Nicola Ligas -

Beats Audio, Xloud, Megabass, DolbyDigital, Sony Mobile Bravia Engine, fonts e theme chooser, kernel tweak, battery saver, mod alla fotocamera per aumentarne la qualità, launcher alternativi (tra cui la TouchWiz UX del Galaxy S III), tastiera Xperia 2011, AROMA installer (con lite, default e custom), Android 4.1.1. Non abbiamo appena snocciolato una serie di nomi casuali, ma vi abbiamo elencato alcune delle caratteristiche della ROM PFittech per Galaxy S II: abbiamo catturato la vostra attenzione?

Presentazione

La ROM PFittech è un concentrato di tecnologia presa in prestito dai maggiori produttori di smartphone Android: da Samsung (ovviamente, visto che si parla pur sempre di una ROM per Galaxy s II) a Sony (“saccheggiata” ampiamente), fino ad arrivare al Beats Audio di HTC. Tutto condensato in una ROM Jelly Bean, tanto per non lasciare a bocca asciutta anche chi voglia l’ultima versione di Android. Una ROM che nonostante il suo “peso” riesce ad ottenere performance da prima della classe e ha mostrato di sapersi comportare bene in ogni occasione, tranne quelle in cui siamo rimasti prematuramente a corto di energia a causa di un consumo alle volte un po’ eccessivo.

 

Caratteristiche

Dando per scontato che abbiate installato il profilo compelto della ROM, e non la sua versione lite, vi troverete con moltissimi settaggi tra i quali districarvi, tutti ben colorati dalle rispettive icone: avremo opzioni per la lockscreen, per creare una nav bar stile Galaxy Nexus, per cambiare la schermata delle notifiche e la barra superiore, gli immancabili toggle e tante altre funzioni. Sarà anche possibile registrare le proprie conversazioni tramite un’apposita app, avremo il Flash Player già installato nonostante la presenza di Jelly Bean, e ogni parametro del telefono sarà pronto ad essere personalizzato (a volte anche con un minimo di ridondanza tra le varie applicazioni). Insomma, è molto probabile che un po’ vi sentiate smarriti, almeno inizialmente, ma dopo aver speso il dovuto tempo a configurare questo e quello avrete davvero uno dei sistemi più completi che ci siano pronto ad obbedire ai vostri comandi.

Tra gli extra segnaliamo la possibilità di scegliere tra il launcher di Jelly Bean, Nova Launcher e la TouchWiz UX; oltre a questo abbiamo anche l’app Memo, sempre di Samsung, Font Installer per aiutarci a personalizzare i caratteri del nostro telefono e Spirit Free per soddisfare la nostra voglia di radio.

E tutto ciò senza nemmeno andare a scomodare il lungo elenco fatto a inizio articolo, dove avrete visto citati nomi molto illustri: da Beats Audio, presente con il proprio equalizzatore ricco di presets per soddisfare tutti i nostri gusti, al Bravia Engine che esalta lo schermo per foto e video (sinceramente non ci è parso di notare questa grande differenza), passando per xLoud che ha lo scopo di aumentare la potenza dello speaker del telefono. Molto completa anche a la dotazione di tastiere, che spazia da quella di Gingerbread a quella dei terminali Xperia.

Numerosi i software preinstallati per tweak e ottimizzazioni: ZD Box, un toolbox con varie funzioni, principalmente alla scopo di ottimizzare batteria e prestazioni, ExTweaks, che contiene numerosi settaggi per CPU, GPU, cuffie, schermo e tanto altro (maneggiare con cura per evitare di far danni) e NEAK Configurator, compatibile solo con l’omonimo kernel e utile per controllarne ogni caratteristica.

Prestazioni

Le prestazioni sono in generale di alto livello e superiori a quelle di molti altri firmware custom. Ovviamente parliamo della ROM così com’è dopo l’installazione, al netto di ogni personalizzazione, che potrebbe penalizzare (ma anche elevare) i risultati dei benchmark. Qualche occasionale impuntamento delle app si è verificato ma, curiosamente, non con il software di terze parti, ma principalmente con quello dedicato al modding preinstallato nella ROM, cosa che quindi non ha compromesso affatto l’esperienza d’uso.

Le schermate qui sotto sono i risultati di tre noti benchmark eseguiti su Galaxy S II: Quadrant (2826), AnTuTu (5497) e Vellamo, sia nella vecchia versione (1641), che nella più completa nuova edizione.

Conclusioni

PFittech è una ROM davvero completa come poche altre, ma questo non ne preclude le grandi doti di personalizzazione, evidenti fin dalla fase di installazione grazie ad AROMA. A questo si aggiungono ottime doti di stabilità e l’affidabilità di Android 4.1.1, ma non aspettatevi aggiornamenti quotidiani stile nightly di CyanogenMod (è più di un mese che la ROM non riceve un update) e state attenti anche al dispendio energetico, che potrebbe facilmente diventare elevato, specialmente andando a smanettare nel kernel. Se tutto questo non è un problema, avrete tra le mani un firmware in grado di soddisfare praticamente ogni vostra esigenza, il che non è certo poco. Trovate la ROM sul suo sito ufficiale.

RecensioneSamsung Galaxy S II