Gmail 4.2 (1)

Disponibile per il download l’apk di Gmail 4.2

Giuseppe Tripodi

 

Della nuova ed interessantissima versione di Gmail ne abbiamo già parlato ieri: se non potete attendere oltre per utilizzare l’utilissimo pinch to zoom, eccovi pronto l’apk per l’installazione.

A differenza di quel che accade di solito, “purtroppo”, il processo per avere l’applicazione funzionante sui nostri dispositivi non è elementare (come accade invece per il Play Store) ma richiede un po’ più di impegno.

Niente di difficile, comunque, che non si possa ottenere con delle conoscenze di base del mondo Android e il nostro fedele amico root: andiamo quindi a vedere come fare.

Download

Per prima cosa, ovviamente, dobbiamo scaricare il pacchetto, gentilmente fornitoci dai colleghi di AndroidPolice: ci sono un’infinità di mirror, scegliete il vostro numero fortunato e procuratevi l’apk.

Istruzioni

Partiamo con una premessa: questo apk di Gmail 4.2 è ufficialmente signato da Google, ma possiede una key diversa da quella che troviamo nell’applicazione ufficiale presente nel Play Store: proprio per questo motivo non è possibile semplicemente installarlo come faremmo con qualsiasi altro software, ma è necessario avere i diritti di root e la possibilità di scrivere sulle cartelle di sistema.

Nota: quando Google rilascerà la versione ufficiale, vi basterà disinstallare questa “beta” e riscaricarla normalmente dal Play Store.

Un’ultimo dettaglio: sebbene possa funzionare anche in altro modo, è molto consigliato avere adb installato e funzionante sul proprio computer.
Vediamo adesso come fare nel dettaglio:

  1. Scaricate l’apk da uno dei Mirror qui in alto
  2. Rinominatelo in Gmail2.apk
  3. Fate un Nandroid backup, che non si sa mai.
  4. Montate /system con qualsiasi file explorer con diritti di root
  5. Eliminate tutte le altre versioni di GMail:
    Molto spesso è bastato disinstallare il programma con Titanium Backup o ROM Toolbox, ma se questo non dovesse funzionare dovete cancellare fisicamente i vari apk: potreste trovarne 2 o 3 sparsi per le cartelle di sistema; uno è posizionato sicuramente in /system/app, ma dovete dare un’occhiata anche a /data/app (dove sono contenute le vecchie versioni scaricate).
    In ogni caso, è possibile riconoscerli facilmente dall’icona e dal nome, che deve essere Gmail.apk o qualcosa come com.google.android.gm-[numero].apk 
  6. Potrebbe essere necessario cancellare i file in formato .odex: in realtà questo non sarà probabilmente fattibile perché la maggior parte delle ROM utilizzate sono deodexed, ma nel caso la vostra non lo fosse, non ignorate questo passaggio
  7. Riavviae: dovreste ritrovarvi senza Gmail
  8. Arrivati al punto finale, potete provare ad installare l’apk con un qualsiasi file explorer, ma se questo non dovesse funzionare vi consigliamo di utilizzare l’adb, digitando il comando adb install Gmail2.apk

 

Se non volete utilizzare adb, potete anche provare a copiare l’apk in /data/app ed eventualmente riavviare, ma non sarà un’installazione “pulita”.

Come sempre, la redazione di AndroidWorld non si assume le responsabilità di eventuali danni ai dispositivi, gatti andati in autocombustione né di alcun tipo di problema: la procedura, testata con successo su Galaxy Nexus e EVO 4G, non dovrebbe tuttavia darvi alcuna noia.

Andate, quindi, e smanettate: buon pinch to zoom a tutti voi!

 

Fonte: Fonte