appsurfer

Con AppSurfer puoi provare le tue app sul browser prima di comprarle

Nicola Ligas

Forse non molti di voi se lo ricorderanno, ma all’indomani dell’introduzione dell’Amazon App Store negli USA, vi avevamo parlato del fatto che fosse possibile provare le app prima di acquistarle grazie ad un servizio nella cloud chiamato Test Drive (non disponibile qui da noi). È su un concetto simile che si basa AppSurfer, anche se la sua compatibilità dovrebbe essere portata ai massimi livelli, permettendoci di testare le applicazioni su qualsiasi browser.

L’idea avuta da questa startup indiana è infatti tanto semplice quanto utile: integrare l’app all’interno di un sito, un blog o un social network, in modo che da qualunque browser di qualunque sistema operativo sia possibile provarla, con un link a fianco che rimanda al Play Store nel caso volessimo procedere all’acquisto. In questo modo non ci sarebbe nulla da dover scaricare sul PC, come nel caso di BlueStacks per esempio, e tutto funzionerebbe in modo trasparente per l’utente finale, che potrebbe godere solo del risultato.

AppSurfer è in beta privata ormai da diversi mesi, precisamente da marzo 2012, e il protrarsi della cosa non è un ottimo auspicio: gli sviluppatori che fossero interessati possono comunque registrarsi per diventare parte del progetto e inviare le proprie applicazioni, mentre chi volesse provarne qualcuna troverà poco più di una dozzina di app da testare sul sito ufficiale.

Sinceramente dubitiamo che il progetto avrà ampia diffusione e non sappiamo quanti sviluppatori siano in realtà desiderosi di far parte del programma, tuttavia speriamo che in un modo o nell’altro qualcosa si smuova in materia nel prossimo futuro: 15 minuti sono un tempo ridicolmente basso per esaminare bene un’app, specialmente quelle più ricche di opzioni, e qualunque tentativo di arginare questo enorme difetto non può che raccogliere il nostro plauso.

Via: ViaFonte: Fonte
video