google-play-store

Play Store 3.9.16: notifiche espandibili, rimozione delle app dalla scheda “Tutte” e tracce di un futuro malware scanner, delle wishlist e del multiutente

Nicola Ligas -

Durante la notte Google ha rilasciato un importante aggiornamento per l’app del Play Store, (che si installerà automaticamente sui vostri dispositivi, ma se non volete aspettare a fine articolo trovate il link per scaricarlo e sostituirlo immediatamente), che si arricchisce con le notifiche espandibili di Jelly Bean e ci permette (finalmente) di eliminare le app dall’elenco che contiene tutte quelle che abbiamo scaricato: in pratica manna dal cielo per chi ne prova moltissime e poi si trova la lista affollata di applicazioni che non utilizzerà mai più.

Per quanto riguarda le notifiche, non solo sono espandibili, ma sono anche state aggiunte le icone, che compariranno a fianco della notifica, rendendo di fatto più immediato identificare l’app coinvolta.

I veri cambiamenti però sono nella scheda che raccoglie tutte le app che abbiamo installato: Google non si è purtroppo ricordato di riaggiungere l’elenco delle app acquistate, e questa ancora non gliela perdoniamo facilmente, ma in compenso ha migliorato e reso davvero utile la scheda “Tutte”. Anzitutto sarà possibili eliminare dalla lista le app che non ci interessano: a fianco di ciascuna di esse c’è un apposito pulsante per cancellarla (a patto che non sia installata al momento), mentre se teniamo premuto a lungo su un’app si avvierà la modalità di selezione multipla, dove potremo evidenziare quante applicazioni vogliamo e rimuoverle tutte in un colpo solo. Inoltre (ed è forse la cosa più importante) se scorrendo la lista tappiamo su un’app e ci spostiamo nella scheda ad essa relativa, una vota premuto il pulsante indietro saremo riportati all’esatto punto dell’elenco in cui eravamo prima (questo discorso vale anche per la scheda “Installate” e per le ricerche). Se avete mai usato la scheda Tutte saprete quanto fosse frustrante tappare sulla centesima applicazione solo per poi dover scorrere l’elenco da capo per installare la centounesima, rendendolo di fatto praticamente inutile, specialmente rispetto alla versione web. Adesso non solo potremo limitare l’elenco alle sole app che ci interessano, ma sarà molto più immediato utilizzarlo per installarle non dovendolo scorrere dall’inizio ogni volta: basterebbe solo che Google aggiungesse la possibilità di selezionare più applicazioni contemporaneamente per scaricarle in un unico clic, e sarebbe perfetto!

Ma le novità non finiscono qui. Come avrete letto nel titolo infatti, sembra che questa nuova versione del Play Store getti le basi per quello che sarà un futuro malware scanner, importante segnale da parte di Google contro il mai troppo sopito “allarme sicurezza” per Android. Esso dovrebbe includere una funzione che permette di controllare le app già installate unito ed un app blocker che ci avvertirà in caso di comportamenti sospetti. Sarà comunque presente un’opzione per ignorare qualsiasi tipo di avvertimento e scaricare comunque ciò che vogliamo, lasciando quindi piena libertà all’utente di scegliere (e magari “farsi del male”). Che sia questo l’effetto dell’acquisizione di VirusTotal?

Sembra inoltre che la funzione wish list, della quale parlammo un po’ di tempo fa in relazione alle gift card, sia sempre lì, con nuove icone che vanno ad arricchirne le opzioni, sebbene il codice che le riguardi non sia ancora completo.

Per concludere segnaliamo un fatto curioso, che testimonia ulteriormente un prossimo arrivo della multiutenza su Android, ma solleva anche qualche perplessità sul suo utilizzo:

<string name=”app_already_installed_other_user”>You cannot install this app because another user has already installed an incompatible version on this device.</string>

La stringa che vedete qui sopra è infatti un messaggio di errore che dovrebbe comparire nel caso in cui un altro utente avesse già installato una versione incompatibile di un’app che vorremmo installare. Non è sinceramente ben chiaro cosa significhi, forse alcune applicazioni semplicemente non funzionano in multiutente a meno che non vengano modificate (ci verrebbe da pensare a tutte quelle che richiedono una qualche forma di login o di essere associate strettamente ad un solo dispositivo), ma in ogni caso è evidente che tra un po’ di tempo potranno coesistere più utenti sullo stesso dispositivo Android.

E dopo tante chiacchiere, veniamo al download: qui di seguito trovate 4 mirror per scaricare la versione 3.9.16 del Play Store, che si installerà come un qualsiasi altro apk, andando a sostituire la versione precedente, mentre subito sotto abbiamo qualche screenshot che illustra le nuove funzioni.

Fonte: Fonte