Transformer_Pad_300_Recensione

ASUS Transformer Pad TF300, la recensione completa

Emanuele Cisotti

Dopo aver recensito Transformer Prime e Transformer Pad Infinity, oggi arriva il momento di recensire anche l’ultimo dei modelli della famiglia Transformer in commercio: Transformer Pad 300 (o TF300, o ancora TF300TG nella versione UMTS).

Confezione

Non abbiamo avuto modo di valutare la confezione completa.

Costruzione ed ergonomia

TF300 non può essere ovviamente paragonato ai fratelli maggiori Prime e Pad Infinity, in quanto realizzato interamente (o quasi) in plastica e quindi ben lontano dal metallo satinato degli altri modelli. Considerano però che questo ha permesso al tablet di ottenere un buona abbassamento del suo prezzo, non vediamo questa differenza come una vera mancanza. Il tablet infatti è di ottima fattura e la plastica è molto spessa e rigida, e allo stesso tempo il retro del tablet è rigato per dare un effetto ancora più piacevole al tatto. Il design è rimasto quello elegante e pulito dei predecessori, andando anche a migliorare in parte sulla dock con tastiera (venduta separatamente). Costruttivamente è il miglior tablet in plastica attualmente in commercio. In generale è comunque più spesso degli altri Transformer e può in parte far pendere la scelta sui modelli più costosi.

8

Hardware

Tutta la nuova famiglia ASUS Transformer è dotata del nuovo potente processore Tegra 3 quad core, benché ogni prodotto ne abbia una variante differente. Nel caso del TF300 (anche se noi abbiamo provato per la precisione la versione TF300TL con connettività LTE) il processore lavora ad una frequenza di 1.2 GHz e viene supportato da ben 1 GB di RAM. La memoria interna è da 32 GB, espandibile tramite microSD, oppure tramite SD sulla dock-tastiera. Abbiamo poi lo slot per la SIM (in Italia è in vendita anche una versione solo WiFi a 100€ meno) e una buona fotocamera da 8 megapixel, che registra anche video a 1080p. Purtroppo però non è dotata di flash led (al contrario degli altri Transformer). È presente anche una fotocamera frontale, un uscita miniHDMI per collegarlo alla televisione e ovviamente anche GPS (che da il meglio di se solo quando una SIM dati è inserita) e Wi-Fi. L’unica tecnologia non inclusa è quindi NFC. Abbiamo quindi un dispositivo che non rinuncia a niente (l’opposto quindi per esempio di Nexus 7) e offre qualsiasi tipo di connessione si possa desiderare.

8

Display

Benché la luminosità sia molto alta e la resa dei colori sia abbastanza fedele, non abbiamo riscontrato la stessa definizione degli altri due modelli (in particolare, ovviamente di Pad Infinity, avendo risoluzione superiore) e anche la resa dei colori e la stessa luminosità sono inferiori, causa l’assenza di un pannello IPS+. Ne viene quindi pregiudicato l’utilizzo sotto la luce diretto del sole, che faceva degli altri modelli un punto di onore. Nel complesso lo schermo rimane comunque nella media (se non sopra) dei tablet Android in commercio.

7

Software

La versione da noi testata non aveva ancora ricevuto l’aggiornamento a Jelly Bean (visto la presenza del modulo LTE), ma nel complesso il sistema ha dimostrato di essere molto reattivo e senza nessun problema particolare. Forse solo la gestione automatica della luminosità ha mostrato delle lacune. Tra le applicazioni preinstallate troviamo tutti i tool di ASUS per accedere ai loro servizi cloud e per l’acquisto di contenuti aggiuntivi (@vibe e MyCloud ASUS). È presente anche la suite di office e come al solito la gestione dell’energia è gestita tramite dei semplici comandi dal pannello delle notifiche. Nessuna sorpresa particolare comunque nel software all’interno del tablet.

Software: Browser

Ottima la resa sia con Chrome che con il browser stock. Ancora una volta i rallentamenti e i micro-scatti non mancano, ma sono difficilmente imputabili al prodotto stesso, quanto piuttosto ad Android Ice Cream Sandwich.

Software: Multimedia

Oltre al player audio stock di Android, troviamo anche una discreta implementazione del riproduttore video all’interno della Galleria (nessun problema a riprodurre divx o mp4 in full HD) e un software per gestire il DLNA, anche per leggere contenuti di server esterni.

7

Autonomia

Senza utilizzare la connessione 3G l’autonomia supera senza grossi problemi la giornata lavorativa di utilizzo medio. Differente la situazione sono 3G costante, ma in parte risolvibile acquistando anche la dock tastiera che funge anche da batteria aggiuntiva.

7

Prezzo

Benché il prezzo di vendita, 499€, sia inferiore agli altri prodotti Transformer di ASUS, rimane comunque a nostro parere un po’ sopra la media per questo tipo di prodotto, nonostante l’hardware e la qualità costruttiva eccellente. È disponibile anche solo Wi-Fi a 399€, rendendo però vano il vantaggio di avere lo slot sim.

6

Giudizio Finale

ASUS Transformer Pad TF300TG/TL è esattamente quello che promette: un eccellente tablet UMTS con un prezzo più accessibile degli altri modelli ASUS. Se preferite risparmiare 100 (o 200) euro, TF300 non vi deluderà sotto nessun punto di vista, altrimenti potete tranquillamente optare per l’eccellenza di Prime o Pad Infinity.

Voto: 7,8

In sintesi: Pro

  • Design elegante
  • Possibilità di acquistare la dock
  • Slot per la SIM
  • Scalda poco anche durante l’utilizzo di giochi

In sintesi: Contro

  • Manca il flash della fotocamera
  • Prezzo poco concorrenziale
  • Manca IPS+
  • La tastiera è a parte

Videorecensione

ASUS Transformer Pad 300

ASUS Transformer Pad 300

confronta modello

Ultime dal forum:

  • dal forum 01-01-1970 - 00:00
Asus Transformer Pad TF300Recensionevideo