lg-optimus-g-nexus

LG Optimus G Nexus a novembre e grandi cambiamenti in vista per il programma Nexus

Nicola Ligas

Google presenterà Android 4.2 a Novembre in un evento tenuto assieme ad LG dove sarà annunciato anche l’Optimus G Nexus. Qualsiasi produttore potrà inoltre rilasciare smartphone Nexus, ma a precise condizioni: dovrà essere usata la versione stock di Android e ci dovranno essere 64 MB di memoria sicura per il media streaming. Le Custom UI saranno permesse come parte di un nuovo “customization center”. Saranno necessari inoltre ulteriori requisiti hardware, per essere sicuri che il telefono possa supportare Android 5.0, che sarà rilasciato nell’autunno 2013.

Abbiamo “sganciato la bomba” così, tutta d’un fiato, senza se e senza ma; ora però è il momento di sottolineare, per i deboli di cuore, che non parliamo di notizie assodate ma delle solite voci di corridoio provenienti da anonimi ben informati, del cui nome in fondo non importa molto a nessuno.

Here we go, again. Difficile discernere il vero dal mito, in una notizia che in fondo non aggiunge niente di nuovo a quanto ipotizzato da mesi, ovvero che ci siano diversi Nexus all’orizzonte, ma che definisce meglio la cornice nella quale saranno rilasciati.

Giorni fa parlavamo di fine ottobre per il nuovo Nexus, il che in parte contraddice quanto affermato qui sopra: alla conferenza annuale All Things Digital, dove Andy Rubin è ormai ospite fisso, il papà di Android parlerà sicuramente delle novità in arrivo, che però saranno ufficializzate solo in seguito. Oppure potremmo davvero vedere prima il Galaxy Nexus 2 (che sembra solo un lieve make-up del precedente modello) e poi in seguito l’Optimus G Nexus (questo il nome più accreditato al momento).

Riguardo Android 4.2, dovrebbe trattarsi di un piccolo aggiornamento con incluso un più avanzato sistema di gestione del risparmio energetico e una nuova versione del Google Play store, mentre le homescreen potrebbero essere mostrate per tab, un po’ come di default nell’interfaccia delle app in ICS (non siamo proprio sicuri sarà questa la modalità, né che ci piaccia)

E veniamo infine al nodo forse più interessante: il customization center. Cosa si celi di preciso dietro questo nome è forse presto per dirlo, ma dovrebbe trattarsi di una sorta di theme manager ufficiale, tramite il quale starà all’utente scegliere se utilizzare l’interfaccia stock di Android o avvalersi delle personalizzazioni apportate dal produttore dello smartphone.

Finora nessun produttore ha davvero puntato sui modelli Nexus: la stessa Samsung, che ha prodotto gli ultimi due smartphone, non ha certo ottenuto il successo grazie ad essi, ed una parte della colpa crediamo sia anche nel fatto che si trattava di modelli che un produttore non considerava come propri, essendo “privi del suo tocco”: immaginate come tutto potrebbe cambiare con il customization center e quanto questo darebbe ai Nexus un’importanza assai maggiore dell’attuale, non solo per gli appassionati. Voi cosa ne pensate?

Fonte: Fonte
LG Optimus G

LG Optimus G

confronta modello

Ultime dal forum:

LG Optimus G