ntt docomo ui

NTT DoCoMo mostra uno smartphone con UI comandata dal movimento

Nicola Ligas

NTT DoCoMo fa parlare di sé almeno una volta al giorno ultimamente, quest’oggi per mostrarci un nuovo tipo di interfaccia con la quale interagire col proprio telefono, chiamata non a caso Grip UI, perché basata sulla presa della nostra mano sullo smartphone.

Tramite dei sensori di pressione posti lateralmente e sul retro del dispositivo è possibile infatti impartire dei comandi semplicemente stringendolo: una uguale pressione sui fianchi ad esempio lo può sbloccare, mentre altre sollecitazioni possono avviare il browser o eseguire qualsiasi altro compito predefinito.

L’idea ha insomma del potenziale, anche se il numero di azioni eseguibili e in parte limitato dalla sua stessa natura e in parte dal fatto di doverle memorizzare tutte (“con quante dita dovevo premere sul lato destro e con quanto sul sinistro per lanciare gmail?“); inoltre, probabilmente anche per evitare l’esecuzione arbitraria di comandi, è richiesta al momento una presa abbastanza sicura e prolungata, piuttosto che un rapido tocco.

Con gli smartphone odierni che diventano sempre più grandi (tranne ovviamente iPhone che resta a misura di singola mano, almeno per ora), un nuovo metodo di controllo potrebbe comunque diventare sempre più necessario, soprattutto nell’uso sugli affollati mezzi pubblici, dove non è sempre possibile disporre di entrambe le mani.

L’idea di DoCoMo è al momento solo un esperimento, senza alcun intento immediato di utilizzo pratico, ma rappresenta una delle possibili strade verso le quali indagare. Se avete altre idee, siamo convinti che i produttori in ascolto le leggeranno molto volentieri.

Fonte: Fonte
video