fox mulder

L’FBI indaga sugli store pirata, e Google avverte gli sviluppatori

Nicola Ligas

Sembra che Google abbia recentemente inviato a molti sviluppatori una mail che probabilmente li avrà allarmati più del dovuto, riguardante un ipotetico mandato di comparizione che potrebbe essere richiesto dall’FBI nei loro confronti: nessuna paura, il Federal Bureau of Investigation è dalla vostra parte!

L’oggetto della email è infatti un’indagine riguardante le app che sono disponibili in store nei quali lo sviluppatore non ha dato il proprio consenso alla pubblicazione. Gli sviluppatori potrebbero infatti essere contattati solo se vittime di pirateria, e sarebbe fin troppo facile fare due più due e pensare al recente scontro tra Google a Alibaba in merito ad Aliyun, sebbene i dettagli dell’inchiesta non siano pubblici e quindi questa rimanga solo un’ipotesi.

Niente di problematico insomma, semmai il contrario, anche se non sappiamo quanti sviluppatori siano più preoccupati dalla possibile pirateria delle proprie app, piuttosto che da una visitina dell’FBI: voi aprireste volentieri la porta a Fox Mulder?

Hello,

Google has received a subpoena seeking information related to Android applications that may have been made available on alternative markets without the consent of the developer. The subpoena seeks information about those Android applications, including contact information for the developers of the applications. Our records show that your Android developer account will be included in the information Google will provide in response to this subpoena.

Google is not in a position to provide you with legal advice or discuss the substance of the process in our possession. For more information about the subpoena, you may wish to contact the Federal Bureau of Investigation — Atlanta Field Office at (404) 679-9000, reference #2011R00320/FBI/ORKIN.

Regards,

Google Legal Investigations Support

Fonte: Fonte