NTT-DoCoMo-Android-translation-service

NTT DoCoMo pronta al varo di un servizio di traduzione delle chiamate

Nicola Ligas

Hanashite Hon’yaku, questo il semi-impronunciabile  nome di un nuovo servizio che debutterà il prossimo 1° novembre presso il maggior operatore telefonico giapponese, NTT DoCoMo, che vanta di essere “il primo servizio mobile commerciale al mondo per tradurre conversazioni tra persone che parlino giapponese e altre lingue.”

Le novità poliglotte non finisco qui pero, perché dall’11 sarà disponibile un’app chiamata Utsushite Hon’yaku, che si occuperà di tradurre brevi messaggi scritti dal giapponese a inglese, cinese e coreano, il tutto grazie alla fotocamera dello smartphone (e ad Android 2.3+).

Il servizio di traduzione delle chiamate non è nient’altro che un’app da usare in luogo di quella telefonica ordinaria: il chiamante parlerà in giapponese, e all’altro capo del telefono verrà ricevuta la traduzione in diretta, sia sotto forma vocale che testuale. L’app può anche essere usata in conversazioni dal vivo, come traduttore istantaneo e, come la sua controparte testuale, inizialmente funzionerà solo in inglese, cinese e coreano, ma da fine novembre saranno via via aggiunte altre lingue, tra cui francese, tedesco, italiano, indonesiano, portoghese, spagnolo e thailandese. L’app sarà distribuita gratuitamente e funzionerà con smartphone Android con Froyo e successive versioni.

Sulla carta insomma NTT DoCoMo sembra aver fatto un buon lavoro, specialmente per una lingua di così difficile comprensione come il giapponese, e ci auguriamo che la strada intrapresa sia imitata anche da altri.

Fonte: Fonte