Samsung-flexible-display

Ritardi per YOUM, il display flessibile di Samsung

Nicola Ligas

La notizia non giunge come un fulmine a ciel sereno, anche perché i display flessibili sono ormai quasi “un mito”, nel senso che ne parliamo da tempo, ma commercialmente ancora non se ne vedono i frutti: se speravate quindi che il 2012 fosse l’anno buono, spiacenti di annunciarvi che è tutto rimandato al 2013, almeno in casa Samsung.

Pare infatti che dei problemi tecnici stiano complicando la vita ai pixel rossi e verdi, ma l’azienda coreana spera comunque di avere i primi modelli in commercio entro metà 2013. Ci uniamo alla speranza, ma con sano scetticismo.

È da notare comunque che, banalmente, display flessibile non significa smartphone pieghevole: il principale vantaggio di questa tecnologia, almeno inizialmente, sarà il fatto che gli schermi saranno comunque più sottili degli attuali, il che significa dispositivi più piccoli e leggeri o, a parità di dimensioni, con maggiore spazio per i componenti interni (che speriamo caldamente sia sfruttato per la batteria: i mAh valgono oro!).

Ancora una volta comunque, sono discorsi che dobbiamo rimandare al prossimo futuro.

Fonte: Fonte