apple-vs-samsung

Apple chiede altri 707 milioni di dollari a Samsung e la messa al bando dagli USA per 29 modelli

Nicola Ligas -

Pensavate che Apple si sarebbe accontentata della vittoria in aula dello scorso mese con conseguente multa da un miliardo di dollari a Samsung? Non temete, perché l’azienda di Cupertino non ha  intenzione di fermarsi qui, ed ha appena chiesto al giudice Koh altri 707 milioni di dollari e il divieto di vendita sul suolo americano per 26 smartphone e 3 tablet.

Più precisamente si tratterebbe di 400 milioni per infrazioni di brevetti collegati al design, 135 milioni relativi a varie utility, 121 milioni in danni addizionali, e 50 milioni di interessi precedenti al giudizio (il milioncino che manca per arrivare 707 deriva dai vari riporti). La motivazione alla base di queste ulteriori pretese è sostanzialmente sempre la stessa:

Il successo iniziale ottenuto attraverso la vendita di sei prodotti-clone è stato la molla per la seconda generazione, la linea Galaxy S II, e altri numerosi smartphone che infrangono i brevetti Apple.

Samsung dal canto suo chiede di riaprire il caso dando maggiore tempo per presentare le prove che sono molte, data la complessità della vicenda, affermando che il primo processo si è svolto troppo in fretta. Ovviamente l’azienda sostiene anche una riduzione della multa e, in una nota separata, insiste su quello che è il leitmotiv più ripetuto di questo processo:

È spiacevole che le leggi sui brevetti possano essere manipolate in modo da dare ad un’azienda il monopolio sui rettangoli con gli angoli arrotondati, o su tecnologie che sono state migliorate giorno per giorno da Samsung e da altre aziende.

Il verdetto finale sul caso è atteso per il 6 dicembre, quindi mettiamoci pure comodi perché in due mesi e mezzo sentiremo ancora parlare molto di angoli stondati e icone copiate.

Fonte: Fonte
Applebrevetti