mark-zuckerberg-priscilla-chan_650x447

Zuckerberg ha capito che l’app di Facebook non va e promette una nuova versione nativa per Android

Nicola Ligas -

Mark Zuckerberg (a destra nella foto) è uno dei personaggi più controversi dell’era digitale moderna: aggettivi come “genio” e “bastardo” sono ugualmente stati associati alla sua persona, ma difficilmente quando diventi miliardario alla sua età le cose potrebbero andare diversamente. Non è però la sua vita privata (matrimonio incluso) che c’interessa, quanto il fatto che anche Mark sia giunto all’atavica conclusione che l’app di Facebook per Android fa pena.

Il più grande errore che abbiamo fatto è stato scommettere troppo sull’HTML5 anziché usare un approccio nativo…ci siamo giocati due anni“. niente più HTML5 dunque, stavolta dipinto come demone cattivo anziché angelo salvifico dell’era post-flash, e largo ad un’app nativa per Android: “scommettiamo tutto su quella“.

E quand’è che questo parto di menti geniali e un po’ bastarde (per aver aspettato tanto) sarà pronto? Quando sarà pronto. Risposta quantomai lapalissiana e incontestabile.

A margine, Zuckerberg ha parlato anche della pubblicità su piattaforma mobile, cosa alla quale è ovviamente molto interessato, dicendo di vederla più simile a quella televisiva, dato che non avviene come sulle pagine web dove hai una comoda colonnina da popolare di banner.

Inutile a questo punto aggiungere speranze per il futuro o critiche all’attuale versione: se anche Mr. Facebook ammette la debacle non resta che ripartire. Speriamo solo che la seconda sia la volta buona.

Fonte: Fonte