google

Google sul processo Apple contro Samsung: “non riguarda Android”

Nicola Ligas

Tutti attendevano un suo commento in merito alla vicenda che sta tenendo banco in questi ultimi giorni presso la stampa di mezzo mondo e Google si è fatto un po’ pregare, ma ora è qui, per dire sostanzialmente che il verdetto di due giorni fa non cambia le carte in tavola per Android.

Che Larry Page e soci leggano o meno i nostri editoriali, ci fa piacere vedere che sostanzialmente concordiamo sul non fare troppi allarmismi, cosa che invece sembra sempre più di moda in questi giorni. Samsung dovrà far lavorare un po’ i propri designer e per quanto riguarda il software puoi aggirare il tutto con una patch laddove esistano brevetti simili, da noi in Europa per esempio non sarebbero nemmeno validi e in ogni caso BigG si proclama fiduciosa in una revisione in appello. Ma vediamo la sua dichiarazione completa:

La corte d’appello rivedrà sia l’infrazione che la validità di brevetti in oggetto. La maggior parte di questi non sono centrali per Android, sono stati ri-esaminati dall’ufficio brevetti USA. L’industria mobile progredisce velocemente e tutti i giocatori — inclusi quelli nuovi — si basano su idee che sono state in circolo per decenni. Lavoriamo con i nostri partner per dare ai consumatori prodotti innovativi e a buon mercato, e non vogliamo che niente possa limitare ciò.

Sono parole molto pesate quelle usate da Google in merito, che da un parte lasciano intendere come le pretese di Apple siano eccessive e dall’altra promettono battaglia in caso di reiterati problemi. Il processo non è insomma ancora concluso.

Fonte: Fonte
Apple