smart TV android

iCE SCREEN: smart TV da 26″ dal cuore Android

Andrea Bordin -

Ogni volta che sentiamo il binomio TV e Android speriamo sempre che finalmente sia arrivata anche in Italia la Google TV, purtroppo anche per stavolta, niente.

Dopo aver visto le smart TV di Lenovo, ora è il turno TCL e Tencent (rispettivamente industria elettronica e provider di servizi integrati), ieri infatti hanno congiuntamente lanciato sul mercato cinese iCE SCREEN, smart TV da 26 pollici supportata dal sistema del robottino verde.

Oltre che una smart TV, viene definita un “maxi tablet” e un prodotto smart cloud, infatti la join-venture con il provider Tencent è finalizzata a dare agli utenti tutta una serie di servizi web-based come QQVideo, QQAlbum, QQGames ed altri (sono tutti servizi di Tencent, di cui il più famoso è QQ, il principale social network cinese).

Le caratteristiche tecniche di questa smart TV sono:

  • schermo da 26″
  • risoluzione 1333×768
  • processore dual core Cortex-A9 da 1Ghz
  • GPU Mali 400
  • 768 MB di RAM
  • 512 MB di memoria flash
  • lettore di memory card (SD) con supporto fino a 32GB
  • modulo Wi-fi
  • 2 porte USB 2.0 ed una HDMI 1.4
  • jack audio da 3,5 mm
  • Android 2.2

La TV, come vedete dall’immagine principale dell’articolo si presta per essere utilizzata anche in verticale, non è dotata però di sensori, la rotazione avviene grazie ad un piccolo interruttore posto sul fianco della tv.

Nel suo documento di presentazione è stata descritta come pioniere di una nuova era tecnologica per la Cina, ma, a dire il vero non vediamo nulla di rivoluzionario in questo prodotto; lascia perplessi l’accostamento della parola portabilità a questa TV, a nostro avviso la maneggevolezza viene inficiata in primo luogo dalle dimensioni, e poi anche dalla mancanza di una batteria interna; punto a favore di questo prodotto è invece il prezzo: al cambio attuale il suo costo è di 250€.

Il futuro della TV è sicuramente sempre più orientato al web, ma voi vi portereste in giro uno schermo da 26″?

Fonte: Fonte