Instacube

Instacube: il cubo hipster basato su Android

Andrea Bordin -

Instagram lo conoscete tutti, è quell’applicazione che permette di condividere le proprie foto (magari dopo averle rese “vintage” grazie ai filtri presenti); ecco, diciamo che Instacube è una cornice digitale (evoluta) basata su Android dedicata completamente a Instagram.

Per chi non amasse particolarmente le foto vintage ottenute con Instagram, diamo una rassicurazione, Instacube non è ancora in vendita, è in cerca di fondi su Kickstarter (al momento ha raccolto 130.000$ dei 250.000$ necessari per far partire il progetto), e comunque non sarà disponibile prima del secondo trimestre del 2013.

Qualche caratteristica tecnica su questa living canvas:

  • processore ARM (non è dato sapere di che tipo);
  • 4 GB di memoria interna;
  • 256 MB di ram;
  • Wi-fi integrata 802.11 b/g/n;
  • schermo da 6.5″ capacitivo con risoluzione 600×600;
  • OS Android (non sono state fornite informazioni sulla versione);
  • batteria ricaricabile (per usarlo in mobilità).

La cornice è un quadrato di 7,66″ (circa 20cm) di lato per 2,5″ (6,35cm) di profondità; la scelta di uno schermo con risoluzione 600×600 pixels è dettata dal fatto che questa è la risoluzione massima delle immagini esportate con Instagram (a essere precisi è leggermente superiore).

Sulla sommità sono presenti tre pulsanti fisici; uno per l’accensione, uno per scorrere fra i vostri feed di Instagram, e il terzo (a forma di cuore) per mettere “Mi piace” su una foto.

Instacube vi permette quindi di visualizzare le vostre foto (o quelle dei vostri feed) senza bisogno di utilizzare computer o smartphone, potete visualizzarle comodamente, come recita la loro pagina: “…a casa o in ufficio, tutto il giorno”.

I primi 1000 sostenitori potranno riceverlo al prezzo di 99$, dopodiché passerà a 150$ (siamo già in questa fase), poi c’è un’analoga offerta per chi ne voglia prendere una coppia, ed infine è presente una versione limitata: la Vintage Spring (a 249$, e sarà acquistabile solo su Kickstarter, non sarà messa in commercio).

Il team fautore del progetto (D2M) vede come target di questo prodotto non solo il privato che vuole ammirare le foto di Instagram (in modo molto cool), ma anche le aziende che vogliono comunicare in modo efficace e innovativo con i clienti; e voi, lo comprereste?

Fonte: Fonte
arm