HTC taglio

HTC sarebbe pronta ad un taglio di prezzi (e di Beats Audio) in tutta la sua line-up

Nicola Ligas

Le finanze di HTC non stanno andando bene in questo 2012, tanto che ne abbiamo anche parlato più volte, ma l’azienda sembra ora intenzionata a prendere serie misure in merito, rimangiandosi in parte quanto precedentemente affermato riguardo il mercato low-end.

Secondo fonti provenienti dalla Cina, l’azienda taiwanese starebbe progettando dei tagli in tutta la propria offerta Android e sarebbe anche intenzionata ad introdurre gli imminenti modelli Windows Phone 8 ad un prezzo più basso del suo solito.

Non è ancora il caso di sfregarsi le mani pensando a qualche prossimo e vantaggioso acquisto, perché i ribassi hanno (ironicamente) il loro prezzo da pagare: la tecnologia di Beats Audio, che nonostante l’esclusione degli auricolari dedicati ancora resisteva sugli smartphone dell’azienda, sarebbe la prima vittima a cadere sotto la scure del taglio dei costi

Se la fonte si rivelasse attendibile, sinceramente non verseremo lacrime amare per l’abbandono di Beats: tolti gli auricolari, tutto ciò che è rimasto finora ad HTC è solo un equalizzatore (perché stringi stringi di questo stiamo parlando) che sicuramente costa assai di più all’azienda dell’inclusione di una licenza per PowerAMP in ogni suo telefono (tanto per citare un’app nota ai più).

Non ci rattristeremmo invece per l’abbattimento dei costi (ma saremmo curiosi di sapere di quanto) dei suoi modelli presenti e futuri (o almeno dell’immediato futuro): la serie One è stata introdotta senz’altro ad un prezzo assai elevato (specialmente in Italia), fin troppo vista anche la scarsa ottimizzazione del browser, tanto per citare il difetto più evidente. Sia chiaro, un discorso analogo potrebbe valere per molti altri produttori, quindi che imparino tutti da HTC se e quando proporrà smartphone a prezzi meno esorbitanti.

Fonte: Fonte