intro

Hallo: comunicare istantaneamente con la propria voce

Erika Gherardi

Quando si tratta di proporre una nuova app dedicata alla messaggistica istantanea la parola d’ordine è “distinguersi”. Il team di sviluppatori di Hallo ha pensato di farlo proponendo in primis un software per la comunicazione basato sulla registrazione vocale e aggiungendo poi la possibilità di utilizzarlo come luogo per comunicare con il resto del mondo.

Come? Con un sistema nemmeno troppo complesso, ossia permettendo non solo di scambiarsi messaggi privati utilizzando la propria voce ma dando agli utenti la possibilità di diffondere il proprio messaggio nell’etere scegliendo Share with the World al momento della registrazione. Se poi siete in vena di parlare con più di un amico contemporaneamente ma non proprio con ogni sconosciuto che usa Hallo potrete decidere di condividere il messaggio con il gruppo, ossia con una serie di utenti selezionati da voi tra quelli presenti nella vostra rubrica.

Il funzionamento di Hallo è molto semplice ed intuitivo: vi registrate, convincete gli amici a farlo e poi mandate messaggi. Tuttavia i dubbi che ci sono sorti sono molti e legittimi. Prima di tutto Hallo risulta quasi inutile se siete fuori casa. Vi sfidiamo a dettare cose private al vostro smartphone mentre siete in piazza o sull’autobus. In secondo luogo troviamo molto più comodo ed immediato chiamare gli amici e dire loro quello che dobbiamo piuttosto che registrandolo per poi attendere una risposta. Infine abbiamo avuto modo di ascoltare un po’ dei messaggi registrati con l’intento di essere condivisi con gli altri utenti e li abbiamo trovati poco interessanti per non dire banali e noiosi.

L’unico vero pregio di Hallo è indubbiamente la grafica in stile holo che lo rende molto bello da vedere e che aiuta l’utente ad ambientarsi. Tolto questo noi abbiamo trovato Hallo un’idea originale ma dotata di scarso appeal e di praticità. Vi invitiamo comunque a provarla e a farci sapere se siete d’accordo con noi.

[app]com.hallo.android[/app]