bootloader motorola

Motorola crea (finalmente) un sito per sbloccare il bootloader dei suoi modelli

Nicola Ligas

Sarà merito dell’acquisizione di Google, si tratterà di un colpo di sole o è solo il sintomo di un’invasione aliena? Quale che sia la ragione, accogliamo con gioia la notizia che Motorola ha reso disponibile un metodo per sbloccare il booloader dei suoi dispositivi. O almeno di alcuni di essi.

Unlock My Device è il promettente nome del sito che ogni proprietario di smartphone e tablet Motorola aspettava a gloria, ma non crediate che sia tutto oro quel che luccica: perderete la garanzia  sul vostro modello e dovrete munirvi di un minimo di pazienza per arrivare in fondo alla procedura.

È infatti necessario installare l’SDK di Android, gli ultimi driver Motorola e assicurarsi che il dispositivo riceva comandi via fastboot, dopo di che è obbligatorio rinunciare formalmente rinunciare alla garanzia e poi si tratterà solo di seguire passo passo le istruzioni.

La brutta notizia è che al momento c’è un solo dispositivo supportato: il Photon Q 4G LTE, ma Motorola promette che altri modelli saranno aggiunti via via. L’elenco continua poi con Xoom Wi-Fi, Xoom dell’operatore Verizon e Razr Developer Edition, ma si tratta di terminali già rilasciati con il bootloader sbloccato.

Terremo quindi d’occhio la pagina dei modelli sbloccabili in attesa di veder comparire qualche nome più familiare, ma per adesso l’incredulità che ancora un po’ ci pervade c’impedisce anche di essere critici riguardo l’attuale brevità dell’elenco.

Fonte: Fonte