radioactive-android

Etichette con le radiazioni emesse nelle confezioni dei prossimi smartphone?

Nicola Ligas

Ma i cellulari fanno male? Questa annosa domanda si trascina ormai da anni senza che nessuno si sia mai sbilanciato a dire un secco no, mentre d’altro canto in molti hanno sostenuto il contrario e ancora di più si sono trincerati dietro un laconico “non sono state raggiunte conclusioni esaustive”.

Non siamo qui per svelarvi una verità inconfessata, ma solo per raccontarvi che in America il dibattito in merito non si è affatto spento, ed un recente disegno di legge, chiamato sibillinamente Cell Phone Right to Know Act, ha riportato la questione all’attenzione dell’opinione pubblica.

Esso richiederebbe infatti che i vari produttori ponessero sulle confezioni dei propri modelli l’indicazione dell’ammontare di radiazioni emesse dal telefono. In aggiunta verrebbe creato anche un nuovo programma di ricerca nazionale per studiare gli effetti sulla salute dei cellulari, richiedendo anche alla Environmental Protection Agency di aggiornare le sue piuttosto datate specifiche sul tasso di assorbimento delle radiazioni.

Inutile dire che i vari produttori probabilmente non saranno molto d’accordo e che le cacce alle streghe non sono certo un bell’esempio da imitare, ma sinceramente non vediamo niente di male in una maggiore trasparenza e nello studio di possibili problematiche (e soluzioni). D’altro canto la salute non viene forse prima di tutto?

Fonte: Fonte