istick

iStick: la pennina PC con dentro (ovviamente) Android

Nicola Ligas

La mania di miniaturizzare un PC in oggetti dalle dimensioni affini alle pennine USB non conosce sosta, ma la proposta di PQ Labs ha più di un motivo per differenziarsi dalla concorrenza, primo tra tutti il nome iStick, che difficilmente ti aspetti in un dispositivo Android.

Attratti quindi dal nome siamo andati a curiosare tra le sue specifiche ed abbiamo trovato cose piuttosto interessanti:

  • Processori da 1 GHz single-core fino a 1,8 GHz dual-core con 1 GB di RAM
  • Grafica 2D e 3D con GPU dedicata
  • 4 GB di memoria interna espandibili via microSD
  • Video playback a 1080p
  • Wi-Fi (802.11 b/g/n)
  • Supporto per mouse, tastiera, Hard Drive, e altre periferiche USB
  • Supporto per oltre 600.000 app touch (quelle compatibili con Android 4, NdR)
  • Accelerazione hardware Multi-Touch per display fino a 120 pollici
  • Supporto per sensori di movimento “Kinect-like”

È tutto piuttosto autoesplicativo, tranne magari il riferimento agli schermi da 120 pollici. PQ Labs ha infatti creato uno speciale rivestimento touch, che può trasformare praticamente qualsiasi tipo di monitor in uno schermo tattile e, a patto che questo non superi i 120”, iStick diventerà lo strumento ideale per donargli nuova vita.

Il modello A100, con CPU single-core a 1 GHz, costa 69$ e sarà spedito in agosto, mentre il più performante A200 arriverà in seguito, ad un prezzo però ancora ignoto. Nel frattempo vi lasciamo un video che mostra in azione il rivestimento di cui parlavamo.

Fonte: Fonte
video