legacy play store

Legacy Play Store riporta in auge l’elenco delle app acquistate

Nicola Ligas -

C’era una volta un Play Store (ma chiamiamolo anche Market) che aveva un elenco dedicato alle app che avevamo acquistato, in modo da poterle reinstallare rapidamente. In uno dei tanti aggiornamenti dello store però questa funzione è andata perduta a vantaggio di una generica scheda “tutte”, che mostra qualsiasi app abbiamo mai installato e che quindi cresce facilmente a dismisura.

Un minimo di interattività in più sarebbe in effetti assai gradita: ciò che possiamo fare è solo scorrere un lungo elenco, non ordinato alfabeticamente né in base ad altra pratica logica, che potrebbe essere potenzialmente molto utile se solo vi potessimo applicare dei banali filtri; anche solo trovare un’app acquistata in mezzo a tutte le altre diventa un po’ come cercare un ago in un pagliaio, tanto che faremmo senz’altro prima usando la funzione di ricerca. La procedura può comunque diventare frustrante in entrambi i casi, specialmente per chi ha comprato molte app nel corso del tempo.

Se siete dunque nostalgici della vecchia sezione “non installate” che radunava le app a pagamento, Paul O’Brien di Modaco ha la soluzione per voi: Legacy Play Store. Il famoso sviluppatore ha infatti preso una vecchia versione del Play Store e l’ha modificata per far sì che possa essere installata a fianco di quella attuale: in Play Legacy, nella sezione “le mie applicazioni”, avremo anche la fatidica voce dedicata alle app acquistate ma non installate.

Nelle versioni di Android pre-Jelly Bean il Legacy Play Store può essere scaricato e installato come qualsiasi altra app, su Android 4.1 (o in caso di problemi) Per installare lo store avrete bisogno dei permessi di root in modo da inserire manualmente l’apk (scaricabile da qui) in /system/app modificandone poi i permessi in 644 (rw-r–r–).

Vi sembra tutto un po’ eccessivo per ottenere in cambio un mero elenco? La sua utilità in effetti dipende molto dalla quantità di app che avete installato, ma è certo che la sezione “le mie applicazioni” del Play Store potrebbe senz’altro essere migliore di quella attuale.

Fonte: Fonte