Logo Atooma

Atooma si aggiorna alla 1.0.7: la fine della beta privata si avvicina

Nicola Ligas

Vi ricordate di Atooma? Si tratta di un progetto tutto italiano votato allo scopo di automatizzare il più possibile la vita dei nostri dispositivi Android (e quindi anche la nostra), rendendo l’esecuzione di operazioni pianificate semplice ed efficace, quasi fosse A TOuch Of MAgic.

L’app è ancora in beta privata, ma potete richiedere il codice di sblocco sul sito ufficiale (aspettate qualche giorno e vedrete che arriverà, abbiate fede); ciò non le impedisce comunque di aggiornarsi con nuove funzioni in attesa che, entro la fine dell’estate, possa uscire dalla fase beta.

Il funzionamento è piuttosto semplice: in seguito al verificarsi di una certa condizione (IF) deve avvenire una conseguente azione (DO). Le combinazioni possibili sono virtualmente infinite, e con l’aumentare delle opzioni a disposizione potremo far compiere al nostro Android praticamente qualsiasi cosa, rendendolo di fatto un vero automa. Vediamo dunque cosa recita il corposo changelog dell’ultimo update:

  • Aggiunto il supporto a Dropbox sia negli IF che nei DO: ogni volta che un file verrà caricato/modificato potremo innescare una reazione e ad esempio inviarlo a qualcuno, creare una cartella apposita o condividere i nostri dati.
  • Rete Mobile On/Off nei DO: volete spegnere la rete dati in un certo momento? Questa è la action che fa per voi.
  • Aggiunto il supporto a Twitter: cinguettate quanto volete, con tanto di citazioni e hashtag. Volete far sapere al mondo che il vostro smartphone sta per abbandonarvi per scarsa batteria? Ora potete farlo, e questo è solo uno dei mille esempi possibili.
  • Nuova funzione “time between”: è possibile impostare un intervallo di tempo anziché un semplice “da ora in poi”.
  • Nuova funzione “activity manager”: se un’app viene installata/disinstallata è possibile lanciare una specifica applicazione.
  • Vari bugfix: sistemato il modulo GPS per risparmiare batteria, migliorata la localizzazione, sistemata la luminosità e Gmail e altro ancora.

Come dicevamo insomma Atooma è uno di quei progetti che merita tenere d’occhio e se ancora non l’avete fatto vorrete senz’altro procurarvi l’accesso alla beta privata. Intanto potete comunque iniziare a scaricare l’app tramite il box qui sotto in modo da essere subito pronti al nastro di partenza.

[app]com.atooma[/app]