intro

Scope: ecco la beta del nuovo aggregatore di social networks per Android

Erika Gherardi

All’inizio si chiamava Socialscope ed era un’esclusiva di BlackBerry, riservata a pochi dal momento che per poterla utilizzare era necessario un invito. Poi gli sviluppatori hanno deciso di fare il grande passo: portare l’applicazione su Android. Dopo più di 6 mesi passati in versione alpha è finalmente approdata sul Play Store la beta e le novità introdotte sono parecchie, compreso il nome dal momento che ora si chiama solo Scope.

Ma cos’è Scope? In sintesi è un aggregatore di social network, un po’ come Path, anche se gli auguriamo miglior fortuna visto che quest’ultimo dopo il boom iniziale è lentamente scomparso dai terminali Android ma anche iOS. Lo scopo di Scope (a parte fare da scioglilingua) è quello di semplificare la nostra vita permettendoci di gestire più social contemporaneamente, nello specifico potremmo collegare Facebook, Twitter, Foursquare, Instagram e Tumblr.

A differenza di altri aggregatori, come il recentemente recensito Jolicloud, questo software potrebbe davvero permettervi di disinstallare molte delle applicazioni proprietarie presenti sul vostro droide perché qui non si tratta solo di visualizzare gli aggiornamenti degli altri, ma di gestire nel modo più completo i propri social, aggiornando stati e commentando quelli degli altri, ma anche ricondividendo o retwittando quelli dei vostri amici e followers.

Se vi state chiedendo come funziona, è presto detto. Prima di tutto aggiungiamo i nostri account, dopodiché verremo catapultati nella schermata principale divisa in 3 parti: Personal Streams, Networks e More. La prima parte ci permette di accedere a flussi diversi di informazioni, ad esempio le sole foto, i soli video, i check-in, le notifiche e i messaggi oppure possiamo scegliere di visualizzare tutto insieme tappando su All Activity così comparirà tutto in una grande e decisamente varia timeline. Il secondo blocco è dedicato ai singoli social, così potete consultarne uno per volta se la modalità “stream” non vi aggrada. Infine abbiamo la sezione More che ci permette di visualizzare la lista degli amici(ovviamente presi da tutti i social collegati) con i loro update e le loro foto, di dare un’occhiata ai Popular o al nostro profilo e ovviamente di accedere alle impostazioni.

E se volessimo aggiornare? Niente di più semplice. In basso a destra, nella schermata principale o in quella di uno stream, trovate un icona rossa; tappandola potremo scegliere di scrivere un nuovo status, fare check-in, condividere una foto presa dalla galleria o scattata al momento e visualizzare le bozze, perché sì, sono presenti pure quelle in Scope. Una volta scelto il tipo di aggiornamento da postare potrete decidere su quali social postarlo.

Quanto è straordinaria questa app dal punto di vista delle funzionalità ormai l’avrete capito, quindi prima di lasciarvi alla galleria e al box per il download aggiungeremo soltanto un appunto sulla grafica. L‘interfaccia ci ha lasciati letteralmente di stucco: è elegante, fluida, intuitiva e a dir poco piacevole da usare. Insomma, Scope è l’aggregatore di social che tutti vorrebbero (ammesso ovviamente che ve ne serva uno).

Non possiamo far altro che invitarvi a provarlo, però vi avvertiamo: l’invito (necessario per entrare tra i beta tester) ci mette qualche giorno ad arrivare dopodiché potreste diventare un po’ dipendenti.

[app]com.alphascope[/app]

Fonte: Fonte