nexus Q (1)

Nexus Q non è un dispositivo stand-alone

Roberto Orgiu -

A quanto pare il nuovo dispositivo multimediale della linea Nexus non potrà agire da solo, ma dovrà essere abbinato ad almeno uno smartphone o tablet con a bordo Android e connesso alla stessa rete WiFi per poter accedere ai contenuti.

Al momento il Nexus Q necessita infatti di almeno un dispositivo con Jelly Bean (possono essere aggiunti altri utenti che potranno aggiungere a loro volta i contenuti alla riproduzione) ma dovrebbe risultare compatibile con sistemi da Gingerbread in poi quando finalmente arriverà nelle case dei compratori (per il momento solo americani).

Quando verrà finalmente commercializzato (ora, vi ricordiamo, è in pre-ordine), il Nexus Q potrà permettere lo streaming dei contenuti di Google Play e YouTube e non è chiaro se e quando servizi di terze parti potranno utilizzarlo.

Certo è che queste caratteristiche non lo rendono un buon competitor della AppleTV (per quello speriamo ci sia la GoogleTV), ma è senza dubbio un buon gateway per l’intrattenimento multimediale.

Fonte: Fonte
Google I/O 2012google IO