aggiornamento incrementali

Le applicazioni si aggiorneranno in modo incrementale (e saranno più difficili da craccare)

Nicola Ligas -

È un Google I/O davvero ricco di novità importanti per il mondo Android quello di quest’anno, sia per quanto riguarda gli utenti che gli sviluppatori: la notizia che vi andiamo a riportare accontenterà però entrambi e per questo è doppiamente gradita.

Tramite la funzione così detta Smart App Updates, gli sviluppatori potranno fornire aggiornamenti delle proprie applicazioni in maniera incrementale, il che significa che non dovremo riscaricare l’intero apk dell’app ogni volta che c’è anche il più piccolo dei cambiamenti, ma solo una minima porzione di dati: in media Google stima che gli “smart update” peseranno circa 1/3 di quelli regolari.

Come se non bastasse le applicazioni a pagamento potranno essere crittografate con una chiave specifica per ciascun dispositivo, che le renderà più difficili da estrarre e condividere.

Entrambe queste funzionalità saranno infine compatibili con tutti i dispositivi con Gingerbread e successive versioni di Android

Fonte: Fonte
Google I/O 2012google IO