htc-logo brasile

HTC lascia il Brasile (e Durham)

Nicola Ligas

Dopo “attenta analisi dei suoi affari” HTC ha deciso irrevocabilmente di chiudere il suo distaccamento brasiliano. Di per sé questo non ci svela granché sulle effettive cause, sebbene sia piuttosto facile specularne al riguardo, considerando anche gli ingenti costi di importazione del paese.

Tanto per fare un esempio, Foxconn ha aperto appositamente uno stabilimento in Brasile in modo che Apple potesse continuare a vendere iPhone e iPad, proprio a causa dell’alto prezzo per le importazioni tecnologiche, cosa che invece HTC non ha fatto.

HTC manterrà quindi inalterata l’assistenza post-vendita, ma cesserà la distribuzione di nuovi dispositivi nel paese sudamericano.

A margine di ciò, segnaliamo anche che il centro di ricerca dell’azienda taiwanese a Durham, in Nord Carolina, ha chiuso i battenti: non che le due notizie siano direttamente correlate, ma considerando che aveva aperto solo da un anno e mezzo di certo non è un gran bel segnale.

Fonte: Fonte