VLC

Tutte le caratteristiche di VLC per Android, tra pochi giorni nel Play Store

Nicola Ligas -

Stamattina è circolato su internet un tweet dal canale ufficiale di VideoLAN che recitava “Android, stiamo arrivando!”. Ci perdonerete però se, a un anno e mezzo dall’inizio del progetto e svariati mesi dopo la prima beta, eravamo un po’ scettici. Siamo dunque andati sulla pagina ufficiale di VLC per Android e l’abbiamo trovata perfettamente immutata, con una semplice scritta che indicava che lo sviluppo era in corso, ma senza nuovi dettagli.

Le cose sono però cambiate nel tardo pomeriggio, quando la pagina si è completamente rinnovata, offrendoci finalmente diverse informazioni sull’ormai imminente (svolata sembra sul serio) VLC per Android, che viene dato in arrivo in the next few days.

Iniziamo subito dalle caratteristiche dell’app:

  • Riproduce tutti i file, di qualsiasi formato, come il classico VLC
  • Audio e video media library, con ricerca completa
  • Supporta Android dalla 2.1 alla 4.0.
  • Supporto allo streaming
  • Gesture e controlli via auricolari
  • Supporto ai sottotitoli, sia embedded che esterni, inclusi ASS e sottotitoli DVD
  • Multi audio o traccia dei sottotitoli selezionabili
  • Multi-core decoding, per i Cortex-A7 A9 e A15
  • Hardware decoding sperimentale

Come vedete non manca nulla e sulla carta VLC punta davvero al top.

Non sono però solo buone notizie quelle che ci arrivano dal sito ufficiale; scorrendo la pagina scopriamo infatti che VideoLAN è alla ricerca di tester (ancora?) e di fondi per rendere VLC compatibile con più dispositivi possibile.

Tanto per farvi capire pubblichiamo qui di seguito una breve tabella che illustra quanto bene VLC funziona, ora come ora, usando il decoder software, su alcuni dispositivi (ovviamente viene sottolineato che le performance aumenteranno in futuro).

Eccezion fatta per gli ultimissimi top di gamma HTC e Samsung, neanche il Galaxy Nexus riesce ad avere bollino verde ovunque. Non solo, ma i modelli raccomandati al momento sono davvero pochi (supponiamo però che quelli con chip analogo a quelli indicati non dovrebbero avere grossi problemi):

  • Galaxy Nexus; (OMAP 4460)
  • HTC One X; (Tegra 3)
  • Samsung Galaxy S3; (Exynos 4 Quad)
  • Motorola Defy; (OMAP 3610)
  • HTC Desire; (QSD8250 Snapdragon)
  • Nexus one. (QSD8250 Snapdragon)

Insomma, mancheranno anche pochi giorni all’arrivo di VLC per Android nel Play Store, ma il progetto sembra ancora lontano da una sua stabilità e soprattutto da un’ampia diffusione.

Certo, le caratteristiche promesse sono molto allettanti, ma considerato che lo sviluppo è iniziato a fine 2010 vedere che ancora le cose sono a questo stadio ci lascia quantomeno un po’ stupiti. Speriamo però di ricrederci in the next few days.

Fonte: Fonte
VLC