introtaptu

Taptu: all’ottima applicazione si aggiunge il sito in HTML 5

Erika Gherardi

Tra le tante applicazioni in cui possiamo incappare cercando un lettore di feed rss troviamo anche Taptu, un’app che cerca di distinguersi dai concorrenti proponendosi come social news feed reader, ossia un software che offre all’utente la possibilità di seguire non solo blog ma anche social network come Facebook, Twitter e LinkedIn. E se questo non vi sembrasse già abbastanza di suo, allora vi diciamo subito che oltre ad un’app multipiattaforma gli sviluppatori hanno pensato di creare un bellissimo sito usando l’HTML 5.

Ma partiamo dall’applicazione. L’interfaccia ci ricorda un po’ il più famoso Pulse, soprattutto per la grafica a griglia che caratterizza la schermata principale, ma presenta interessanti differenze che rendono il software degno di finire sui vostri terminali. Tanto per cominciare la gestione delle fonti, così come l’aggiunta, è semplice ed intuitiva; queste due funzioni poi sono facilmente raggiungibili  grazie alle prime due icone poste sulla barra superiore, barra che contiene anche il pulsante per l’aggiornamento e quello per l’accesso al menu.

Lo Stream Store, questo il nome della pagina con le varie fonti, presenta tre schede: Featured, Categories e gReader. La prima contiene i social e gli stream più seguiti; la seconda è, come potete facilmente intuire, ci permette di navigare tra le varie categorie tra cui compare quella dei già citati social network. Infine abbiamo il tab dedicato a Google Reader, funzione cara a tutti gli utenti Android e considerata praticamente essenziale per ogni buon rss reader che si rispetti. Naturalmente potrete poi effettuare tutte le ricerche che volete per aggiungere i siti web che non compaiono in queste tre schede.

Una nota di merito va poi al lavoro dedicato alla leggibilità: possiamo scegliere il tema scuro o quello chiaro, cambiare la dimensione del font e passare rapidamente al browser. Permette persino la lettura completa degli articolo di AndroidWorld, cosa non possibile su altre applicazioni che mostrano soltanto l’introduzione del post. Naturalmente sarà possibile anche condividere l’articolo oppure aggiungerlo ai segnalibri, cosa che vi permetterà di creare un nuovo stream che troverete nella schermata principale.

Il menù delle impostazioni, infine, è davvero ricco: abbiamo la possibilità di nascondere i post già letti, effettuare un backup, gestire l’aspetto dell’app e così via. Unica pecca di Taptu, a nostro avviso, è l’aggiornamento: oltre a non poter decidere ogni quanto aggiornare l’app automaticamente abbiamo riscontrato qualche problema con l’update manuale che non rilevava nuove notizie anche quando c’erano.

Dopo aver creato un’applicazione così valida era quasi d’obbligo dare vita ad un corrispettivo adatto alla navigazione via computer per renderlo uno strumento potente e universale. È nato così il sito web taptu.com, che sfrutta l’ormai celebre HTML 5 e che naturalmente permette la sincronizzazione sfruttando l’account di Google, Twitter, Facebook o LinkedIn.

Noi, ovviamente, non possiamo fare altro che consigliarvi di provarlo, certi che non rimarrete delusi.

[app]com.taptu.streams[/app]