unnamed-2

Pudding Camera – interessante App fotografica (free)

Francesco Fumelli

Pudding Camera è una app per scattare fotografie veramente divertente da utilizzare. Pur trattandosi della ennesima app ispirata al mondo della lomografia e dintorni, è molto personalizzabile e molto simile – per chi la conoscesse – all’ottima Hypstamatic presente da tempo su iOS.

Avevo già utilizzato Pudding Camera in passato ma l’interfaccia parzialmente in lingua coreana ne limitava fortemente l’utilizzo. La versione (gratuita) attualmente nel Play Store è stata finalmente tradotta in inglese (a parte un paio di pulsanti comunque secondari e comprensibili) e risulta perfettamente utilizzabile.

L’app è connessa ad un proprio social network (pudding.to) che è carino ma poco utile dalle nostre parti, essendo frequentato soltanto da coreani. Del resto – se si desidera gettarsi nel mondo degli scatti-social – nulla contrasta attualmente Instagram.

Non esiste comunque alcun obbligo di condividere gli scatti realizzati con Pudding Camera su pudding.to e le foto scattate possono comunque essere condivise via email, Twitter,  Facebook e Tumblr.

Il senso di Pudding Camera è comunque legato allo scatto fotografico retrò o comunque elaborato, reso divertente da una interfaccia di accesso agli strumenti molto personalizzabile. Si seleziona la fotocamera da una lista dove sono raffigurate come bellissime icone (ci anche alcuni modelli molto divertenti che consentono scatti multipli contemporaneamente) si selezionano i vari rullini (colori vividi, seppia, ottimo bianco e nero) e la combinazione di camere, ottiche e rullini è in grado di generare effetti veramente belli e per certi aspetti “professionali”.

Il programma permette di “giocare” con parametri quali il tempo di esposizione, (-2.0~2.0 che può essere variato e reso predefinito) la modalità di autoscatto, lo scatto continuo, lo scatto geolocalizzato  ed altro. Le foto possono essere scattate a più risoluzioni e – come detto – eventualmente condivise sui principali social network.

Una ottima app insomma per “pasticciare” con le fotografie in modo creativo, lasciandosi guidare da una buona dose di “serendipidity”.

Fotografia