Kyocera Urbano Progresso (8)

Kyocera Urbano Progresso: lo smartphone a conduzione ossea

Nicola Ligas -

Non parliamo molto spesso dei prodotti di Kyocera, dato che non trovano spazio sui nostri scaffali, ma leggendo che il suo ultimo smartphone si bassa sulla bone conduction” per propagare il suono la curiosità ha decisamente prevalso sulle leggi di mercato.

Intendiamoci la tecnologia non è nuovissima, tra l’altro un primo prototipo sempre della stessa azienda aveva già fatto capolino al CES di quest’anno, con l’appellativo “Speaker-less Smartphone“, ovvero un telefono pensato per chi ha problemi di udito o semplicemente per riuscire a sentire bene anche in luoghi affollati; nel frattempo lo slogan è cambiato nel più altisonante “Smart Sonic Receiver“, ma la sostanza è rimasta praticamentela stessa.

Chi ha avuto modo di provarlo afferma che in effetti l’audio risulta udibile anche in luoghi piuttosto rumorosi, sebbene ciò non basti certamente ad esprimere un parere esaustivo sulla particolare propagazione sonora dell’Urbano Progresso.

Da un punto di vista tecnico comunque lo smartphone non sfigura: troviamo infatti un processore Snapdragon dual-core MSM8655 a 1,4 GHz, display da 4” OLED a 480 x 800, fotocamera da 8,1 megapixel, 4 GB di memoria interna, chip NFC, batteria da 1.500 mAh e tutte le tipiche personalizzazioni nipponiche, dal TV tuner, agli infrarossi, passando per Osaifu Keitai (una sorta di Google Wallet); infine sottolineiamo un parco di applicazioni preinstallate, dedicate anche all’utenza business, di tutto rispetto.

A seguire un breve hands-on e una galleria di immagini.

Fonte: Fonte
video