eu-roaming

Il parlamento europeo vota per mettere un tetto ai prezzi del roaming

Lorenzo Quiroli

Non si può certo dire che utilizzare il nostro smartphone oppure la rete internet tramite un tablet sia economico quando ci si trova all’estero; non possiamo quindi che rallegrarci per la decisione porre un limite ai prezzi del roaming grazie ad una nuova legge approvata ieri dal parlamento europeo.

Le nuove tariffe entreranno in vigore dal prossimo primo luglio e abbasseranno il limite di prezzo delle chiamate ricevute dagli 11 centesimi attuali a 8 cent al minuto per arrivare a 5 cent nel 2014, mentre per le chiamate effettuate si passa dai 35 cent/min al momento in vigore a 29 cent il prossimo luglio, 24 nel 2013 per arrivare a 19 cent/min nel 2014; per quanto riguarda gli sms invece il costo scende dagli attuali 11 centesimi a 9, per poi arrivare a 6 nel 2014.

Infine, per quanto riguarda il traffico dati, le riduzioni sono considerevoli: dal prossimo luglio il prezzo massimo sarà 70 centesimi per megabyte, che poi calerà a 45 centesimi nel 2013, per arrivare a 20 cent per megabyte nel 2014. Insomma, niente di sconvolgente, ma è positivo che vengano posti dei limiti a tariffe davvero estreme come quelle con le quali ci sono trova a dover utilizzare durante vacanze o viaggi di lavoro.

Fonte: Fonte