AndroidUpdateRate

La grande storia delle versioni di Android

Lorenzo Quiroli -

Quanto tempo necessita una nuova versione di Android a diffondersi? La domanda è tutt’altro che banale visti i numerosi passaggi intermedi che altro non fanno se non contribuire alla ormai celebre frammentazione; oggi vogliamo mostrarvi due grafici molto dettagliati che speriamo possano fare un po’ di chiarezza sulla situazione passata e attuale.

Il primo grafico qui sopra sintetizza la percentuale di diffusione delle varie versioni di Android in rapporto ai mesi passati dopo il rilascio dell’SDK da parte di Google. Il dato che balza all’occhio è che l’ultimo arrivato della famiglia, Ice Cream Sandwich, sta procedendo ancora più lentamente delle precedenti versioni, con una crescita iniziata solo recentemente grazie agli aggiornamenti giunti proprio questo mese. A tal proposito, Jean-Baptiste Queru, l’uomo a capo del settore che si occupa di Android, ha precisato ieri con un post sul suo account Google+ che il lungo tempo trascorso per vedere i primi aggiornamenti ad ICS è dovuto al fatto che quest’ultimo è un sistema operativo completamente diverso e rinnovato soprattutto graficamente rispetto a Gingerbread (e su questo, come dargli torto?).

Chiusa questa breve parentesi, potete osservare il secondo e ultimo grafico cliccando sull’immagine qui sotto (se non riuscite a visualizzarla abbastanza bene utilizzate il link a fine articolo):

In questo caso vengono analizzati più fattori: non solo il rilascio dell’SDK ma anche la diffusione dei sorgenti AOSP (Android Open Source Project). I passaggi da effettuare perché l’update giunga su i nostri dispositivi d’altro canto sono molti: una volta che Google ha pubblicato l’SDK e, i sorgenti e alcuni piccoli aggiornamenti che rendono stabile la nuova versione, il lavoro passa nelle mani dei produttori, e infine (solo per alcuni telefoni brandizzati) agli operatori telefonici che approvano l’aggiornamento. Così come per ICS, il grafico qui sopra ci svela come anche gli aggiornamenti ad Honeycomb siano stati molto lenti: l’SDK è stato rilasciato il 15/5/2011 ma la diffusione inizia a crescere solamente il 15/11/2011; decisamente troppo tempo per aspirare a una concorrenza efficace e pronta all’iPad di Apple.

Non ci resta che attendere una rapida crescita di Ice Cream Sandwich ora, visto che già si parla della nuova release di Android, il cui nome in codice molto probabilmente, sarà Jelly Bean, e arriverà nell’ipotesi più concreta il prossimo autunno.

(grafico a grandezza naturale)

Fonte: Fonte