mwc2012xolo39

Primi test sull’autonomia del Lava Xolo X900 con Intel Medfield

Nicola Ligas

Il primo smartphone Android Intel inside è divenuto realtà, almeno in India, e con esso sono stati diffusi alcuni benchmark, concentrati in gran parte su un punto molto discusso e nebuloso sul quale molti si interrogavano: la reale autonomia della soluzione di Intel.

Abbiamo già avuto modo di vedere le performance computazionali del chip Medfield, ma l’autonomia era ancora un fattore critico, anche perché è difficile giudicarla dai modelli di pre-produzione. I primi dati che ci giungono non serviranno dunque a dipanare del tutto la questione, ma gettano intanto ottime basi: sì perché il Lava Xolo X900, pur non raggiungendo la cima, si difende bene nei confronti dei suoi concorrenti, almeno in quanto ad autonomia per l’appunto.

Intel afferma che lo smartphone può resistere per 5 ore continue di navigazione in 3G e 8 ore di chiamate: ebbene i test effettuati parlano di 4,6 ore di navigazione (con display a 200 nit) e 8,5 ore di conversazione, confermando sostanzialmente la bontà delle affermazioni di Intel.

Il Lava Xolo risulta inferiore a molti concorrenti solo per la scarsità della batteria installata a bordo, ma una volta normalizzati i valori in relazione ad essa è al pari con il TI OMAP 4.

La partenza sembra insomma buona, vedremo se altri modelli equipaggiati con i chip di Intel si comporteranno altrettanto bene e per adesso vi lasciamo con i risultati del modello indiano.

Fonte: Fonte
intel