xl_androidarmy_bus

Un servizio di trasporto pubblico più efficiente grazie ad Android

Lorenzo Quiroli

Gestire il servizio di trasporti pubblico può essere tutt’altro che semplice, dunque perché non sfruttare la tecnologia per guadagnare in efficienza? Devono aver pensato questo alla Georgia Tech, una delle più importanti università americane che investono in ricerca tecnologica, quando hanno sviluppato questo nuovo metodo di circolazione per bus che sfrutta i tablet Android.

Il nuovo sistema di autobus non si baserà più su orari prestabiliti (ad esempio mezzi che passano ogni dieci minuti ad una determinata fermata) ma basandosi piuttosto sulla posizione degli altri bus; in questo modo si eviterà l’arrivo simultaneo di bus della stessa linea cercando di coprire tutte le stazioni. Cosa c’entra Android con tutto ciò? Semplice, la posizione dei bus verrà monitorata grazie al gps presente su alcuni tablet che usano proprio il sistema operativo di Google, che inviano informazioni al server centrale il quale, dopo averle elaborate, restituisce a sua volta la rotta da compiere.

Certo, non possiamo ancora affermare con certezza se quest’idea produrrà buoni risultati, ma sarebbe davvero lodevole se qualche volta questo tipo di iniziative vennissero prese anche in Italia, a fronte di un servizio pubblico tutt’altro che perfetto. In fondo tentar non duole.