android-malware

Lo spyware che viene dal market giapponese

Lorenzo Moscatelli -

Proprio ieri vi parlavamo del trojan contenuto in alcune versioni non ufficiali di Angry Birds Space, oggi, purtroppo, torniamo sull’argomento virus con uno spyware proveniente dal Giappone.

La scoperta è stata effetuata da Carlos Castillo, ricercatore dell’azienda McAfee Security. L’applicazione in questione è, come al solito un gioco, a sfondo erotico. In essa era contenuto un codice che rubava le proprie informazioni personali. Sul sito ufficiale McAfee possiamo ptrovare tutta la documentazione al riguardo.

I ricercatori di McAfee hanno trovato altre 15 applicazioni infette da questo spyware, pubblicate da almeno due sviluppatori. Il Google Play Store Giapponese, appena scoperta la truffa, ha subito rimosso le applicazioni danneggiate. Purtroppo McAfee ha stimato che prima della rimozione siano stati effettuati almeno 70.000 downloads.

La buona notizia è che gli spyware sono stati scoperti tramite un accurata esamina dei permessi richiesti, questo significa che è sempre un ottimo metodo per salvaguardare il nostro smartphone stare attenti a ciò che permettiamo di fare ad un’applicazione una volta installata. La brutta notizia è che il tanto acclamato antivirus del Google Play Store, Bouncer, ha fallito ancora una volta.

Grazie a questo susseguirsi di spiacevole eventi torna di gran moda il consiglio: usate sempre un antivirus e scaricate applicazioni solo da sviluppatori affidabili, persino dal Google Play Store.

Fonte: Fonte