giger

Trasforma il tuo smartphone in un contatore Geiger

Nicola Randone -

Devo essere sincero, a primo acchitto Radioactivity Counter mi è sembrata la solita bufala per rubare un pò di soldi agli sprovveduti, un pò come il misuratore del battito cardiaco, ed in tutta onestà dopo qualche ricerca devo ammettere di essermi sbagliato.

Probabilmente è stato il recente e tragico evento giapponese ad ispirare lo sviluppatore tedesco Rolf-Dieter Klein nella creazione di un’applicazione votata all‘individuazione di radioattività col solo ausilio della fotocamera del telefono.

A confermare la bontà del progetto uno studio approfondito presso l’Helmholtz Research Center di Monaco ha rivelato che l’applicazione è stata in grado di rilevare dosi di assorbimento da 2-10 µGy/h a 10 Gy/h, unico accorgimento da prendere per misurare correttamente le radiazioni è di posizionare un pezzo di nastro nero sulla fotocamera in maniera che la luce non possa penetrare dalla lente, in questo modo il sensore della fotocamera è in grado di misurare correttamente le interferenze radiattive presenti nell’ambiente.

Chi desiderasse approfondire può visualizzare il video sottostante che chiarisce in maniera precisa tutti gli aspetti utili a ben giudicare l’efficacia del prodotto:

[app]com.rdklein.radioactivity[/app]

video