skyhook

Facebook o Amazon phone pronto al lancio nel 2012

Nicola Ligas -

Da una parte le voci su un presunto Facebook-phone non si sono mai spente del tutto e l’uscita degli HTC ChaCha e Salsa non è certo stata sufficiente a placarle; dall’altra il successo del Kindle Fire non è ormai più una sorpresa ma una realtà, tanto che i soliti ben informati vorrebbero Amazon al lavoro anche su uno smartphone Android da distribuire tramite la propria rete globale.

A gettare nuovamente benzina sul fuoco di questi facili pettegolezzi ci ha pensato Ted Morgan, CEO di Skyhook Wireless, azienda che in passato ha fornito servizi per la localizzazione via Wi-Fi sia ad Android che a iOS.

Egli ha infatti dichiarato che la sua azienda sarà coinvolta nel lancio di un importante telefono basato su Android che avverrà quest’anno, ma il dispositivo in questione non sarà un Google experience, ovvero privo del Play Store (come del resto è il Kindle Fire).

Per la verità la voce di Morgan non è proprio imparziale, avendo Google abbandonato i servizi di Skyhook a vantaggio dei propri, il che ha portato nel 2010 ad un contenzioso quando Mountain View ha forzato tale passaggio.

Il CEO insiste però affermando che altri produttori Android stanno “ammutinando” a causa del rigido controllo da parte di Google su quali caratteristiche possano o meno essere incluse nei loro dispositivi, limitando in questo modo la differenziazione. “Tutti sono rincuorati dal successo di Amazon”, insiste ancora Morgan.

Sinceramente non neghiamo di aver un po’ sorriso nel leggere di un Google censore e nemico della differenziazione, quando ormai ci sono più dispositivi Android di quanti riusciamo a ricordare, ma questo non sminuisce necessariamente la possibilità che Amazon o Facebook siano concretamente al lavoro su uno smartphone Android. Entrambe le società hanno le carte in regola per produrlo, ed entrambe hanno uno o più motivi di rivalità con Google che di certo non le frenerebbero ulteriormente.

Tra il dire e il fare c’è comunque di mezzo il mare e di certo non basta un marchio famoso a fare un buono telefono. Ma per qualcuno è senz’altro un buon inizio.

Fonte: Fonte