qualcomm_nvidia

Snapdragon S4 VS Tegra 3: i benchmark non erano del tutto corretti

Lorenzo Delli

Abbiamo già avuto modo di parlare dei risultati ottenuti nei benchmark dal nuovo Snapdragon famiglia S4 (la versione dual-core), nome in codice MSM 8960, e di come in tali risultati riuscisse a battere, e anche di molto, il “nuovo” processore di casa nVidia, il quad-core Tegra 3. Vista la sostanziale differenza di core (che poi quello di nVidia ne ha 5 e non 4, ma questa è un’altra storia), a qualcuno in rete è venuto il sospetto che i risultati potessero essere non veritieri e si è quindi cercato di analizzare con più attenzione i dati ricavati dai vari benchmark.

I due SoC sono stati messi a confronto utilizzando i benchmark Quadrant, Vellamo e AnTuTu. Se con AnTuTu, il Prime, dotato appunto del SoC Tegra 3, aveva sbaragliato il SoC di Qualcomm (montato su una piattaforma di sviluppo proprietaria), con Vellamo e Quadrant la situazione era sostanzialmente diversa.

MSM 8960 Tegra 3
Quadrant 5531 3073
AnTuTu 6954 10046
Vellamo 2164 1566

Per prima cosa dobbiamo dire che quando si va a parlare di benchmark nulla è sicuro: non vi è infatti un vero e proprio software (almeno nel panorama Android) di riferimento che tenga di conto di tutti i fattori  e di tutti gli scenari in cui un processore (nel nostro caso più processori) andrà a lavorare. E’ anche su queste basi che è nato il sospetto che i risultati ottenuti non fossero del tutto veritieri.

Cominciamo per prima cosa da Quadrant: il suddetto benchmark sembra non sia capace di sfruttare a pieno ne il secondo core di un dual core ne tanto meno i tre (quattro) core aggiuntivi del Tegra 3. Vero è che Quadrant si è aggiornato di recente, riportando proprio tra le sue novità il supporto ai dispositivi multi processori e ad ICS.

Ma se avete letto il nostro articolo a riguardo proprio del suddetto aggiornamento avrete visto che dai nostri test il Samsung Galaxy S II risultava essere uno smartphone single core. Come non citare poi il fatto che Quadrant è stato progettato per processori Qualcomm (esiste infatti da prima dell’arrivo dei Tegra). Inoltre, a detta del sito The Verge, Quadrant sembrerebbe essere stato sviluppato proprio da Qualcomm stessa.

C’è un altro particolare non di poco conto, particolare che abbiamo sempre sottolineato da quando vengono effettuati benchmark sui dispositivi: c’è una sostanziale differenza tra i risultati ottenuti dai tablet e dagli smartphone, vista in particolare la differenza nella dimensione del display.

Per quanto riguarda Vellamo invece sembrerebbe esserci un problema in alcuni sotto-test: è molto probabile infatti che il suddetto benchmark disabiliti alcune accelerazioni hardware in due prove, Deap Sea Canvas e See the sun Canvas. In particolare sembrano poi esserci problemi nel sotto test Pixel Blender; a prescindere da questi test che richiederebbero approfondite conoscenze nel settore per essere analizzati con sicurezza, ciò che rende ancora più dubbi i risultati ottenuti è la metodologia che viene applicata da Vellamo per l’assegnazione dei punteggi; il benchmark sembra infatti penalizzare punteggi elevati nei benchmark esterni, come Sun Spider e Google V8, diminuendo proprio il punteggio totale in caso di buoni risultati ottenuti in questi due campi.

Ed è proprio nel benchmark Sunspider JavaScript 0.9.1 che il Tegra 3 risulta più veloce o comunque molto vicino allo Snapdragon S4; risulta invece poco più lento in Browsermark e molto più performante nei test effettuati tramite GLBenchmark; GLBenchmark ha già screditato una volta le affermazioni di una certa società, che sosteneva a gran voce che il suo “nuovo” prodotto era dotato di un chip grafico dalle prestazioni quattro volte maggiori rispetto al Tegra 3.

Se poi vediamo i risultati ottenuti con AnTuTu, uno dei benchmark più apprezzati dagli utenti Android, tutto questo predominio dello Snapdragon non viene certo fuori, anzi!

Concludendo: anche Qualcomm, così come la società di cui parlavamo prima (il suo simbolo sarà mica una mela?), si vantava molto dei risultati del suo nuovo processore; la verità è che come al solito bisogna prendere questi risultati con le pinze e che non è vero (strano) che lo Snapdragon sbaraglia il Tegra 3 in tutti i campi (né tanto meno raggiunge il doppio delle prestazioni registrate dal SoC di nVidia).

Con questo articolo non stiamo cercando di difendere la piattaforma di nVidia: stiamo solamente criticando la pratica comune delle società di confrontare e sminuire i propri prodotti con quelli avversari. Non che nVidia non abbia fatto lo stesso, visto che si è a lungo vantata dei risultati ottenuti dal Tegra 3.

Fonte: Fonte
NVIDIAqualcomm