chart

E fu così che Ice Cream Sandwich iniziò (piano piano) a diffondersi

Nicola Ligas

È ancora piccolino, ma finalmente il suo spicchio inizia ad essere ben visibile nel grafico a torta della distribuzione di Android, aiutato anche dalla colorazione più scura delle altre: avevamo infatti lasciato Ice Cream Sandwich sull’1,6% dei dispositivi lo scorso mese e oggi lo troviamo quasi raddoppiato, al 2,9%.

La parte del leone la fa la versione 4.0.3, con il 2,4%; troppo presto per la 4.0.4 e troppo poco diffuse la 4.0 – 4.0.2 (0,5%), praticamente prerogativa del Galaxy Nexus.

Se pensiamo che a gennaio Ice Cream Sandwich era partito con lo 0,6% capirete anche da soli che non è stato certo un baby boom e con Sony e Samsung che hanno annunciato ritardi negli aggiornamenti non ci aspettiamo un grande balzo nemmeno nel corso di aprile.

Tra l’altro la crescita di Gingerbread non ha ancora raggiunto l’apice della propria gaussiana, dato che Android 2.3.x continua a crescere a dispetto dell’ultimo arrivato, passando dal 62% dello scorso mese al 63,7% e con l’1,7% si conferma la versione più in crescita (Android 4.0.x è aumentato solo dell’1,3%).

E se qualcuno cresce è ovvio che altri calino, particolarmente da Froyo in giù, che unendosi al figliol pan di zenzero ricopre però l’86,8% dei dispositivi Android del creato. Devi farne di strada Ice Cream, se vuoi scoprire com’è fatto il mondo…

Android 1.5 Cupcake 3 0.3%
Android 1.6 Donut 4 0.7%
Android 2.1 Eclair 7 6.0%
Android 2.2 Froyo 8 23.1%
Android 2.3 –
Android 2.3.2
Gingerbread 9 0.5%
Android 2.3.3 –
Android 2.3.7
10 63.2%
Android 3.0 Honeycomb 11 0.1%
Android 3.1 12 1.0%
Android 3.2 13 2.2%
Android 4.0 –
Android 4.0.2
Ice Cream Sandwich 14 0.5%
Android 4.0.3 15 2.4%

Fonte: Fonte