king_1

The King of Fighters arriva sul Google Play Store, compatibile però con pochi dispositivi [Aggiornato]

Lorenzo Delli -

The King of Fighters è una serie di videogiochi picchiaduro, indubbiamente più famosa in Giappone che in Europa, che ha visto nel corso degli anni  (dal “lontano” 1994 ad oggi) molte conversioni per varie console, tra cui PlayStation, Xbox, Game Boy e Sega Saturn, solo per citarne alcune.

La versione “mobile” ripropone l’esperienza completa di KoF sui nostri dispositivi, con una grafica tipica dei picchiaduro stile “Street Fighter” (prima che arrivassero i motori 3D). Gli sviluppatori hanno cercato di riprodurre il set di controlli originali adattandoli per i display touch, organizzandoli in modo da permettere facilmente al giocatore di riprodurre mosse speciali e combinazioni.

KoF ha ben cinque modalità di gioco: “Team Battle” (battaglie 3vs3), “Single Battle” (1vs1), “Endless” (gara di endurance con una sola vita), “Challenge” (il giocatore dovrà eseguire una serie di “quest” con diversi personaggi) e “Training” (modalità di allenamento dove imparare mosse e combinazioni). Venti i personaggi disponibili, tra cui naturalmente saranno inclusi i più famosi della serie.

Purtroppo fino adesso abbiamo indorato l’amara pillola. Non solo il gioco costa ben 5 € (che però sono giustificati dal buon lavoro svolto dagli sviluppatori) ma, come se non bastasse, KoF è compatibile solo con pochissimi dispositivi: Samsung Galaxy S II (una volta ogni tanto c’è anche lui tra i primi), il Sony Ericsson Xperia Acro (la versione giapponese dell’Arc), l’Xperia Play ed il Samsung Galaxy Tab 10.1. Speriamo che il titolo estenda lentamente la sua compatibilità ad un bacino più ampio di dispositivi.

Cogliamo l’occasione per segnalarvi anche Double Dragon, trasposizione mobile di uno dei picchiaduro a scorrimento più famosi del mondo videoludico (è il titolo che aprì la pista proprio al genere dei picchiaduro a scorrimento) ed edito dalla stessa software house. In questo caso il prezzo è meno proibitivo (2 €) ma anche per questo titolo il bacino di dispositivi supportati non è certo dei più ampi.

Aggiornamento: alcuni utenti ci segnalano la compatibilità con Sony Ericsson Xperia Arc (la versione italiana dell’Acro, con Nexus S e con Samsung Galaxy S. 

Fonte: Fonte
video