Google Play

Reuters dice che Google obbliga ad usare Wallet per i pagamenti in-app (ma Google nega)

Nicola Ligas

Un paio di giorni fa Reuters aveva riportato, un po’ troppo di fretta, una notizia secondo la quale Google obbligherebbe gli sviluppatori ad usare Wallet come metodo per i pagamenti in-app, pena l’esclusione dal Play Store, prendendo ad esempio Papaya Mobile Inc che sarebbe stata minacciata in tal senso: la notizia è stata invece smentita da BigG, che ha spiegato in sostanza che nulla è cambiato.

Nulla è infatti cambiato nei termini d’uso dei pagamenti in-app, dove Wallet è sempre stata la piattaforma da privilegiare, tranne che in due casi: quando si vendano beni fisici (ad esempio eBay) e beni digitali trasferibili come i libri (ad esempio Amazon).

Google ha da sempre perseguito gli sviluppatori che non rispettassero tali regole ed in passato sono già avvenute rimozioni in seguito a violazione delle policy sui pagamenti in-app, quindi in sostanza non c’è nulla di nuovo sotto il sole; qualcuno degli sviluppatori in ascolto ha mai avuto di questi problemi?

Fonte: Fonte