tux nVidia

Nvidia entra a far parte della Linux Foundation

Nicola Ligas

E’ attesa in giornata la conferma dell’ingresso di nVidia nella Linux Foundation, notizia che apparentemente dovrebbe farci gioire, ma che forse è meglio accogliere senza troppi brindisi, almeno finché non vedremo qualche cambiamento concreto.

Unirsi alla Linux Foundation infatti di per sé non significa molto, se non fornire denaro o altre risorse ad essa, ma senza che questo implichi alcun obbligo di aprire i propri driver/software o di effettuarne il porting su Linux. Sebbene quindi possiamo apprezzare l’iniziativa di nVidia dal un punto di vista del sostegno al mondo open, dall’altro al momento non sarebbe corretto interpretarla oltre il semplice “gradimento”.

Tra l’altro ci sono molti esempi illustri di aziende facenti parte della Linux Foundation il cui contributo non può certo definirsi epocale: VIA (nulla da segnalare), AMD (apertura dei propri driver carente), Adobe (Flash Player per Linux è stato abbandonato così come la maggior parte del loro software), Oracle (dobbiamo ritirare fuori la causa contro Android?), ed una serie di produttori proprio del segmento mobile, come ARM, Qualcomm e Samsung che non distribuiscono driver grafici completamente open-source.

Detto questo: speriamo ardentemente nelle buone intenzioni di nVidia, ma fino a prova contraria ci atterremo al buon vecchio “finché non vedo non credo“, lieti comunque di tornare sull’argomento se ci fossero novità per il mondo Android.

Ringraziamo Tacco per la segnalazione

Fonte: Fonte
NVIDIA